Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Com’è la vera amicizia?

© Hernán Piñera / Flickr / CC
Condividi

Al giorno d’oggi si banalizza molto il concetto di amicizia, o si confonde con l’amabilità

Non è facile, perché oltre a dover lottare contro la tentazione della routine e della rilassatezza, bisogna affrontare e vincere il peggior nemico di ogni relazione: la delusione. La vicinanza a qualcuno permette di conoscerne bene le qualità, ma anche i difetti.

È allora che si richiede in modo indispensabile la misericordia, la capacità di mettere il cuore nella miseria dell’altra persona, ovvero di amarla com’è, con gli aspetti positivi e quelli negativi, con le sue virtù e i suoi peccati.

Non si può dire di amare davvero qualcuno, che si tratti di un amico o del coniuge, se non lo si ama con misericordia.

Quando si conosce il suo “lato oscuro”, sgradevole, molesto, quello che non viene considerato degno di approvazione o ammirazione, e lo si continua ad amare, allora sì che si può dire di saper amare.

Una persona che conosco mi ha raccontato di aver sentito una stretta al cuore quando ha verificato che un amico che considerava un fratello gli ha dimostrato che non dava valore alla sua amicizia perché alla prima discussione l’ha messa da parte.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni