Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il cantante Wisin e la malattia della sua bimba: “Grazie Dio per la Tua misericordia”

Instagram Wisin
Condividi

La lotta e la preghiera dell'artista portoricano, che spera in un miracolo per la sua figlia appena nata

“La bimba non è in buona salute. Stiamo attraversando una situazione difficile, molto difficile… Dio mi ha donato più di quanto meritassi. Lui è perfetto e c’è una ragione e uno scopo per ogni cosa che accade”. 

Molti potrebbero sorprendersi del fatto che queste parole appartengano a Juan Luis Morera Luna, popolarmente conosciuto come Wisin, che ha raggiunto la notorietà per i suoi successi nel mondo del reggaeton e del pop latino, oltre che per aver formato un duo con Yandel.

Il famoso cantante portoricano sta attraversando una complessa situazione legata alla salute della sua bimba appena nata, Victoria, affetta dalla sindrome di Patau, una malattia cromosomica molto rara chiamata anche Trisomia 13.

I bambini affetti da questa patologia hanno pochissime probabilità di sopravvivere, e coloro che ci riescono sono spesso costrette a convivere con delle gravissime conseguenze fisiche.


LEGGI ANCHE: Con la sua malattia Emanuele ha unito la famiglia


Conosciuto per la musica coinvolgente e per dei testi alquanto audaci, Wisin è seguitissimo in tutto il mondo. La sua situazione ha commosso molte persone, che hanno avviato delle vere e proprie catene di preghiera.

La moglie Yomaira Ortiz, una cristiana evangelica, in qualche modo ha spinto Wisin a iniziare ad approfondire la sua fede. Ha anche dichiarato che a volte si rilassa scrivendo canzoni cristiane.

“Ho scritto molte canzoni per il Signore. Credo che quando gli artisti passano dei momenti di tensione, la scaricano sulla carta. Ma sono trasparente e onesto, non possiamo ingannare Dio”, ha dichiarato in un’intervista a Metro, riconoscendo che in quel momento “non ero ancora pronto a dedicarmi interamente a Dio”.

Tuttavia la situazione che sta attraversando con la figlia ha spinto Wisin ad aggrapparsi alla sua fede. Le sue dichiarazioni fanno intendere che sta lottando e pregando per la salute della sua bimba.

Ha optato per la vita

Alla moglie i medici suggerirono di abortire, ma lei scelse di proseguire la sua gravidanza, optando per la vita.

In un’intervista al programma Dando Candela, riprodotta dal portale El Nuevo Día, ha detto di aver appreso della malattia della figlia nel quinto mese di gravidanza.

“Non abortite i vostri figli, nonostante i dottori ve lo suggeriscano. I medici tentano di convincerci che l’aborto è la scelta corretta, ma questa non è la strada che Dio vuole che noi percorriamo. Non siamo nessuno per decidere della vita di un essere umano, anche se si tratta di nostro figlio. Credete che Dio ha un piano perfetto, pur non sapendo perché e come. Diamo gloria a Dio per la decisione di tenerla, a prescindere dalla sua condizione, perché sappiamo che Dio sa bene ciò che fa”, ha dichiarato Yomaira.


LEGGI ANCHE: Dopo un aborto spontaneo, una madre si sorprende vedendo un “bambino perfettamente formato”


Ma Yomaira ha voluto far sapere che la piccola è stata ricoverata perché nata sottopeso, e non per la sua condizione. Ha detto di essere incoraggiata dal fatto che ora è stabile e respira autonomamente, perché le iniziali complicazioni polmonari sono state risolte.

Proprio come sua moglie, Wisin non si arrende. Anzi, continua a pregare per un miracolo e ringrazia, attraverso i social network, il supporto che i suoi fan gli hanno mostrato. Il suo è un messaggio che ha sorpreso molti.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni