Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Parolin all’Onu: il ruolo delle religioni nella costruzione della pace

Condividi

Il ruolo delle religioni nel prevenire crimini e atrocità è stato il punto nodale degli altri due interventi, dopo quello sulla rimozione delle cause delle migrazioni forzate, tenuti ieri dal segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, al summit dell’Onu sui migranti. 

Nel primo, intitolato «Combattere la radicalizzazione e l’estremismo attraverso l’istruzione», riposta l’Osservatore Romano, Parolin ha sottolineato che «tutte le componenti della società civile hanno un ruolo nella prevenzione della radicalizzazione e dell’estremismo violento», ricordando poi che, in questo, le comunità religiose e i loro leader possono offrire un contributo essenziale. 

Nel secondo intervento, «Sostenere la responsabilità di proteggere: il ruolo dei leader religiosi nel prevenire crimini atroci», Parolin ha evidenziato che tutte le religioni aspirano alla pace, nonostante le manipolazioni cui troppo spesso sono soggette. I leader religiosi devono «aiutare la costruzione di società basate sul rispetto della vita e della dignità umana, della carità e della fraternità». 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni