Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconSpiritualità
line break icon

Perché morire il venerdì prima delle 23.59 (se è possibile)?

©Corinne SIMON/CIRIC

2006: Les filles de la charité, à la chapelle de la médaille miraculeuse, à Paris.

Aliénor Gamerdinger - pubblicato il 19/09/16

Nato nel VII secolo nell’Ordine di San Benedetto, lo scapolare si compone di due pezzi di tela che pendono dalla parte anteriore e posteriore del corpo, uniti all’altezza delle spalle da alcuni cordoni o strisce di tela. Se lo portano dei religiosi è più grande e sembra un’autentica veste, se lo portano i laici assume la forma di una specie di collare. I due pezzi di tela dello scapolare laico o devozionale sono ricamati, rispettivamente con rappresentazioni del Sacro Cuore di Gesù e del Cuore Immacolato di Maria.

Nel 1251 a Cambridge, quando il carmelitano Simon Stock invocava la Santa Madre perché aiutasse il suo Ordine depresso, Ella gli apparve all’alba circondata da angeli e avvolta dalla luce. Indossando l’abito dell’Ordine del Carmelo, la Vergine gli tese con la mano una tela di colore marrone che è lo scapolare dell’Ordine, dicendogli: “Figlio dilettissimo, prendi questo scapolare del tuo Ordine, segno distintivo della mia Confraternita, privilegio a te e a tutti i Carmelitani. Chi morrà rivestito di questo abito non soffrirà il fuoco eterno; questo è un segno di salute, di salvezza nei pericoli, di alleanza di pace e di patto sempiterno”.

PENTAX DIGITAL CAMERA
©Wikimedia

Nel 1317, papa Giovanni XXII fu il redattore della Bulla Sabatina dopo una visione della Santa Vergine in cui gli prometteva di liberare le anime del Purgatorio il sabato successivo alla sua morte nel caso in cui al momento della morte e durante la sua vita avesse indossato fedelmente lo scapolare di Nostra Signora del Monte Carmelo.

Il capitolo 38 del Libro della Vita di Santa Teresa d’Avila sembra sostenere l’efficacia del privilegio sabatino: “Un altro frate del nostro ordine, un buon frate, stava molto male, ed essendo io a Messa un sabato in un momento di raccoglimendo vidi che era morto e che era salito al cielo senza entrare in Purgatorio. Morì all’ora in cui lo vidi, come seppi in seguito. Mi meravigliai del fatto che non fosse entrato in Purgatorio. Capivo che essendo stato un frate che aveva seguito fedelmente la sua vocazione aveva goduto delle Bolle dell’Ordine per non entrare in Purgatorio” Sembra che da allora si diffuse l’idea per la quale il sogno dei cattolici è morire un venerdì alle 23.59!

Monsignor Leo di Goesbriand (1816-1899) fece un bel commento sullo scapolare: “Ovunque sia, qualunque cosa faccia, Maria non può guardarmi senza vedere sul mio corpo una prova della mia devozione nei Suoi confronti”.

Le promesse legate alla nostra fine sono le più importanti che esistano. Portare lo scapolare viene associato in genere alla promessa di recitare il rosario tutti i giorni della propria vita.

Per la conversione dei peccatori: lo scapolare verde

Rivelato dalla Santissima Vergine a suor Justina Bisqueyburu, una religiosa che fu testimone di apparizioni nel 1840 nello stesso convento della cappella di Nostra Signora della Medaglia Miracolosa, al 140 di rue de Bac a Parigi, questo scapolare permette la conversione dei peccatori ed è stato oggetto di due approvazioni successive da parte di papa Pio IX nel 1863 e poi nel 1870.

Grazie a questo scapolare sono state possibili numerose conversioni, per cui è una buona idea regalare uno scapolare verde a una persona cara lontana da Dio, dicendole semplicemente che con questo la Vergine Maria la proteggerà. Anche se i non credenti parlano spesso contro Dio, in genere sono meno duri quando si tratta della Madonna. Una volta che il sacramentale è nel portafogli o nel portamonete, la persona che quasi senza rendersene conto ha detto di sì alla Vergine accettandone lo scapolare non tarderà molto a veder convertito il proprio cuore.

web-scapulaire-vert-c2a9wikimedia
©Wikimedia

Per tutte le necessità della vita presente e futura: il rosario

È composto da 5 serie da 10 grani, che rappresentano tradizionalmente i 5 misteri gloriosi, i 5 misteri dolorosi e i 5 misteri gaudiosi. Dal Medioevo, il rosario è considerato l’arma più potente dei cristiani. La pratica è nata con l’apparizione della Santissima Vergine a San Domenico di Guzmán, verso il 1200, a cui chiese: “Recita il mio Salterio e insegnalo alla tua gente. Quella preghiera non fallirà mai”. La recita di 150 Ave Marie era già una pratica corrente dall’XI secolo, nota come Salterio di Maria e pensata per ridurre la difficoltà di recitare i 150 Salmi della Bibbia.

Una pratica richiesta regolarmente dalla Santa Vergine

Nel 1846 a La Salette-Fallavaux, in Francia, la Vergine apparve ornata di tre ghirlande di rose: quelle gaudiose, quelle dolorose e quelle gloriose del rosario. Lo stesso accadde a Pellevoisin nel 1876.

Nel 1871 a Pontmain, sempre in Francia, durante la recita di un rosario, Maria si ingrandì e le stelle si moltiplicarono.

Nel 1858 Maria apparve 18 volte con un rosario in mano.

Nel 1917 a Fatima, in Portogallo, la Santissima Vergine chiese 7 volte ai bambini di recitare il rosario tutti i giorni.

web-rosary-wood-black-table-c2a9-jiri-hera-shutterstock
© Jiri Hera / Shutterstock

Le promesse della Santa Vergine

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
devozionemedaglia miracolosasanto rosarioscapolarevergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni