Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Un invito ad allattare in chiesa (e a smettere di lottare contro questa pratica)

Vera Lair | Stocksy United
Condividi

Allattare non è un dibattito, ma un’opportunità di mostrare compassione

Ma ecco poi le parole di papa Francesco: “Voi mamme date ai vostri figli il latte. Anche adesso, se hanno fame e piangono, potete dare loro il latte”. La Chiesa dovrebbe essere un posto in cui si fa fronte alla fame, un luogo in cui le persone con problemi, i deboli e sì, anche le madri esauste che allattano sono accolti con favore.

Tra tutti i posti possibili, portiamo i nostri figli in chiesa e allattiamoli. Modelliamo noi stessi sulla scia del Dio che ci dà cose buone, che nutre, che provvede.

E nutriamo compassione l’uno per l’altro. Dopo tutto, io sono la donna che allatta il suo bambino preoccupata per il suo peso e per il suo sviluppo muscolare, mentre tu potresti essere la donna che non produce latte e che ha pianto ogni volta che preparava un biberon di latte artificiale. Dovremmo ascoltare l’uno le storie dell’altro e scegliere la misericordia anziché il giudizio.

Quello che conta è la splendida opera di dare e sostenere la vita. Ciò che conta è come ci accogliamo e come mostriamo compassione, indipendentemente dal fatto che accada sotto un telo nei banchi in fondo alla chiesa o mentre riceviamo l’Eucaristia sull’altare.

_____

Micha (si pronuncia “MY-cah”) Boyett è autrice di Found: A Story of Questions, Grace & Everyday Prayer. Appassionata di monachesimo, delle antiche pratiche spirituali cristiane e di come influiscono sulla vita di fede contemporanea, scrive su preghiera, maternità e sul suo nuovo viaggio nel mondo della sindrome di Down su http://www.michaboyett.com.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni