Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Si possono cambiare i padrini dopo il Battesimo?

© Jeffrey Bruno
Condividi

Ecco un passo di un’e-mail arrivata stamattina:

Mio figlio è stato battezzato nella Chiesa nel 2015. All’inizio avevamo scelto dei padrini, ma poi all’ultimo minuto c’è stato un cambiamento di padrino. Mio fratello (il padrino iniziale) non è venuto al Battesimo e ha ignorato la mia richiesta di assistervi. Mi ha anche ignorato per quasi un anno. Quel giorno ha preso il suo posto il mio migliore amico, assicurandoci che mio figlio avrebbe avuto un padrino presente. Fortunatamente ho buoni amici che farebbero tutto per me. Mio fratello ed io ci siamo riconciliati, ma se potessi vorrei chiedere un nuovo certificato di Battesimo che riporti il nome corretto del padrino.

Mio fratello non ha potuto esserlo per motivi finanziari – vive a Chicago –, anche se mi ero offerto di coprire le spese. Ha scelto di comportarsi in modo immaturo ignorando il Battesimo, non è venuto né ha chiamato dopo aver acconsentito ad essere il padrino.

Da buon cattolico romano l’ho perdonato, ma viste le circostanze mia moglie ed io abbiamo deciso che il padrino fosse il mio migliore amico. Sarebbe molto importante per noi, soprattutto per mia moglie, se potessimo ottenere un nuovo certificato di Battesimo.

Grazie in anticipo per l’attenzione che vorrà dare a questa richiesta.

Questioni del genere saltano fuori un paio di volte all’anno.

La risposta breve è: non si può.

La gente non capisce che un padrino è più di un ruolo cerimoniale. Comporta responsabilità e aspettative, e in qualche modo è simile al fatto di essere il testimone di nozze. È una questione di registro storico. Non puoi cambiare il nome del testimone o della damigella d’onore (o del sacerdote o del diacono che ha presieduto la cerimonia) dopo che il fatto è avvenuto.

E non c’è alcuna misura canonica prevista per questo tipo di situazioni.

Tre anni fa, Michelle Arnold ha offerto questa risposta su Catholic Answers:

Visto che il padrino è un testimone ufficiale del Battesimo di un bambino, non è un compito per il quale possa essere effettuata una “sostituzione”. Non è possibile tornare indietro e ricelebrare il sacramento del Battesimo, sostituendo padrini nuovi e migliori. Una volta che è stata compiuta una scelta, i genitori si devono attenere ad essa. Nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, finché morte non vi separi.

Padre Kenneth Doyle ha consigliato sul CNS qualcuno in una situazione simile dicendo:

Non puoi cambiare il padrino e la madrina di tua figlia. Sono quelli che sono stati testimoni ufficiali del suo Battesimo e coloro che all’epoca, insieme ai genitori, hanno chiesto di far battezzare la bambina nella Chiesa. I loro nomi sono scritti sul certificato battesimale di tua figlia e nel registro battesimale della parrocchia, e la storia non può essere cambiata.

Ad ogni modo, intendi correttamente il ruolo dei padrini, che è quello di assicurare lo sviluppo religioso e spirituale del bambino, soprattutto se dovesse accadere qualcosa ai genitori, e ci sono alcune opzioni.

Si potrebbe chiedere a qualcun altro di assumere quel ruolo, magari un amico fidato o un familiare che potrebbe servire come esempio di fedeltà religiosa e aiutare la crescita di tua figlia nel cattolicesimo.

Tra qualche anno, inoltre, tua figlia riceverà il sacramento della Confermazione, e anche se il Codice di Diritto Canonico della Chiesa afferma al numero 893.2 che è “conveniente” avere lo stesso padrino del Battesimo non è necessario.

Potresti allora scegliere qualcun altro come padrino di Cresima. Quella nuova persona diventerebbe allora responsabile del fatto di seguire lo sviluppo religioso di tua figlia, e in molte parrocchie assisterebbe alla preparazione alla Confermazione con lei.

Il miglior consiglio per individuare i padrini per i propri figli è quello di scegliere con saggezza e attenzione. Si deve scegliere qualcuno che possa formare nella fede cattolica e che sia coinvolto in quel ruolo – qualcuno che lo assuma in modo serio e lo viva fedelmente. Ricordo di aver chiesto una volta a mia madre come avevano scelto il mio padrino. Mi rispose: “Era un brav’uomo, un brav’uomo cattolico”. E lo era davvero.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni