Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 05 Ottobre |
Santa Faustina Kowalska
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

Alla notizia dell’aborto spontaneo un giovane artista disegna il dolore suo e della fidanzata

Couple cry

Curtis Wiklund / Instagram

Lucandrea Massaro - Aleteia - pubblicato il 12/09/16

Per mezz’ora Curtis Wiklund e sua moglie Jordin hanno pianto in macchina nel parcheggio dell’ospedale, dopo aver scoperto di aver subito un aborto spontaneo. Tornato a casa Curtis si è chiuso nel suo studio dove è solito disegnare, e in una vignetta ha riversato tutto quel dolore.

View this post on Instagram

This was the day we found out we miscarried. It's strange to share because it's such a quiet thing. Most don't talk about it. I just didn't know what else to do, but draw on that day. It more accurately journaled how I felt than anything I could write. I hope by sharing it, those others out there who are quietly hurting, some far worse than we are, are comforted knowing at least, that you are not alone.

A post shared by Curtis Wiklund (@curtiswiklund) on

E’ l’Huffington Post che racconta questa storia fatta di tristezza e riscatto attraverso il disegno. Una coppia cerca la forza di superare questo momento doloroso.

“Alcune persone hanno bisogno di andare a correre o fare qualcosa di fisico, altre hanno bisogno di scrivere musica o dipingere, io ho sentito il bisogno di documentare l’esperienza il più accuratamente possibile”. Spesso l’uomo ha reso la sua famiglia protagonista di vignette, che posta su Facebooke Instagram. Quotidiane scene di vita vissuta, positive e ottimistiche, sono il soggetto dei suoi disegni. Mai aveva pubblicato qualcosa di così potente e intriso di dolore. Non sapeva se fosse giusto o meno, se esporsi a tal punto, lasciare che estranei lo vedessero così vulnerabile, lo facesse sentire a proprio agio. Prima di decidere ne ha discusso con la moglie Jordin.

Curtis è solito condividere immagini della propria famiglia e lo ha fatto anche in questo caso rivelando che il confronto con altre coppie che avevano subito lo stesso lutto li aveva aiutati a superarlo.

“Dopo l’aborto spontaneo un grande dono è stata la vicinanza degli amici Alcuni come me avevano subito un aborto spontaneo in passato, potevano capire quel che stavo attraversando”, ha spiegato Jordin all’HuffPost. Così la scelta è venuta spontanea: quella vignetta doveva essere condivisa, per dar conforto e sostegno a chi stava provando le loro stesse sensazioni. Leggendo i commenti degli utenti hanno capito di aver preso la decisione giusta. Si sono confrontati con altre coppie, che come loro si erano stretti in quell’abbraccio senza parole all’uscita dell’ospedale e nella condivisione hanno trovato in parte conforto: “È una perdita così profonda, personale ed è difficile immaginare che qualcun altro possa averla provata, che non sei l’unica”.
Tags:
aborto spontaneo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni