Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 31 Gennaio |
San Giovanni Bosco
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

5 apparizioni mariane meno note (ma estremamente affascinanti)

web-marian-apparitions-piece-sciencefreak-pixabay-pd

Pixabay - PD

TOMMY TIGHE - pubblicato il 09/09/16

La maggior parte delle persone ha sentito parlare di quelle principali – a Città del Messico, Lourdes e Fatima -, ma conoscete queste?

La maggior parte dei cattolici – e anche dei non cattolici – ha sentito parlare delle tre principali apparizioni mariane: le visioni della Madonna sulla collina del Tepeyac in Messico, a Lourdes in Francia e a Fatima in Portogallo sono tutte ben note e riconosciute per la loro importanza.

Queste, però, non sono state le uniche volte in cui Maria ha visitato questa valle di lacrime. Ecco cinque delle sue “visite” meno note:

web-our-lady-pontmain-go60-pd

1. Nostra Signora di Pontmain, 17 gennaio 1871, a Pontmain (Francia)

Nota come Nostra Signora della Speranza, questa apparizione è stata riconosciuta da papa Pio IX nel 1872. Il pomeriggio del 17 gennaio 1871, al culmine del conflitto franco-prussiano, due ragazzini di un villaggio stavano aiutando il proprio padre a lavorare nella stalla quando videro una bellissima donna che sorrideva loro.

Quando i ragazzini avvertirono i genitori, questi non videro nulla. Anche una suora della scuola locale arrivò e non vide nulla. Due ragazzine, tuttavia, vennero portate lì senza che venisse detto loro niente di ciò che stava accadendo e videro subito e descrissero perfettamente la stessa donna bellissima che indossava un abito blu coperto di stelle dorate e un velo nero sotto una corona dorata.

Man mano che la notizia si diffondeva, molte persone giunsero da tutte le parti del villaggio per pregare, e i ragazzini videro dispiegarsi uno stendardo sotto la donna con un messaggio che recitava:

“Pregate, figli miei. Dio vi ascolterà. Mio Figlio permette di essere toccato”.

LEGGI ANCHE:7 volte in cui la Vergine Maria ha visitato l’umanità

Dopo aver sentito leggere il messaggio a voce alta, la folla iniziò spontaneamente a cantare degli inni, e mentre cantava la Madonna rideva e si univa al coro.

La stessa sera le forze prussiane interruppero inspiegabilmente la loro avanzata.

web-knock-ireland-marian-apparition-alexandr-ivanov-pd

2. Nostra Signora di Knock, 21 agosto 1879, a Knock (Irlanda)

Verso le 20.00 del 21 agosto 1879, varie persone tra i 5 e i 75 anni assistettero a un’apparizione della Beata Vergine Maria, San Giuseppe e San Giovanni Evangelista sul lato sud della chiesa parrocchiale. Dietro le figure c’era un altare con una croce e un agnello.

Bridget Trench, una delle 15 persone che testimoniarono l’apparizione, dichiarò di essere “andata immediatamente a baciare, come credevo, i piedi della Beata Vergine, ma non sentii niente se non il muro, e mi chiesi come non potessi sentire con le mani le figure che avevo visto in modo così chiaro e distinto”.

Il gruppo rimase lì e recitò il Rosario sotto la pioggia battente, e in seguito notò che la zona sotto l’apparizione era completamente asciutta.

L’apparizione di Knock ha ricevuto molteplici benedizioni papali, anche da parte di Pio XII, Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II.

web-our-lady-akita-sicdamnome-cc

3. Nostra Signora di Akita, 1973-1979, a Yuzawadai (Giappone)

Nel 1973 suor Agnes Katsuko Sasagawa, che era guarita da molteplici problemi dopo aver bevuto l’acqua di Lourdes, andò a vivere con un gruppo di religiose in una zona remota di Yuzawadai, in Giappone.

La suora, all’epoca completamente sorda, riferì di apparizioni, stigmate e lacrime che scendevano dal volto di una statua lignea della Beata Vergine Maria, affermazioni confermate da altre religiose della comunità.

Suor Agnes riferì di aver sentito la Beata Vergine Maria che la chiamava e le offriva messaggi come “Recitate molto le preghiere del Rosario. Solo io posso salvarvi dalle calamità che si avvicinano” e “Molti uomini in questo mondo affliggono il Signore. Desidero che le anime Lo consolino per attenuare l’ira del Padre Celeste. Desidero, con mio Figlio, che le anime offrano con la loro sofferenza e la loro povertà riparazione per i peccatori e gli ingrati”.

Oltre ai messaggi, la statua piangente venne mostrata sul Canale 12 della televisione di Tokyo.

Nel giugno 1982 suor Agnes, alla quale era stata diagnosticata una sordità incurabile, guarì completamente. Una donna coreana, Teresa Chun Sun Ho, pregò poi per la guarigione di un tumore al cervello attraverso l’intercessione di Nostra Signora di Akita e ricevette sia visioni della Madonna che la guarigione completa.

L’ordinario locale, il vescovo John Shojiro, ha autorizzato “la venerazione della Santa Madre di Akita” nel 1984, e si è in attesa del giudizio definitivo della Santa Sede.

web-our-lady-banneux-johfrael-cc

4. Nostra Signora di Banneux, 15 gennaio-2 marzo 1933, a Banneux (Belgio)

Nota anche come Nostra Signora dei Poveri, questa apparizione venne riferita da una bambina di nome Mariette Beco, che disse al suo parroco di aver visto una signora vestita di bianco che si dichiarava la “Vergine dei Poveri” e aveva detto “Sono venuta ad alleviare la sofferenza” e “Credete in me e io crederò in voi”.

Quando Mariette aveva appena 12 anni, ebbe una visione di una splendida signora fuori dalla finestra della sua cucina. La donna le chiese di immergere le mani in una piccola sorgente, dicendole che questa era per la guarigione e per “tutte le Nazioni”. Nel corso del tempo il luogo ha attirato molti pellegrini, e oggi la piccola sorgente rende circa 7.500 litri di acqua al giorno con molti resoconti di guarigioni miracolose.

Dopo le apparizioni, Mariette ha condotto una vita privata. Nel 2008 ha reso una dichiarazione finale sul suo ruolo nelle apprizioni: “Non ero altro che un postino che consegna la corrispondenza. Una volta fatto questo, il postino non ha più alcuna importanza”. Mariette è morta nel 2011 a 90 anni.

Nel maggio 1942 il vescovo Louis-Joseph Kerkhofs ha approvato la venerazione di Maria con il titolo di Nostra Signora dei Poveri. Nel 1947 le apparizioni sono state approvate dalla Santa Sede.

web-our-lady-laus-anthonyb-cc

5. Nostra Signora di Laus, 1664-1718, a Saint-Etienne-le-Laus (Francia)

Nel maggio 1664, la 17enne Benoîte Rencurel ebbe un’apparizione di San Maurizio, un martire del III secolo venerato in loco. In quell’apparizione, San Maurizio disse alla pastorella di andare alla valle di Kilns, sopra Saint-Etienne, dove avrebbe visto la Madre di Dio. Il 16 maggio la ragazza portò le sue pecore nella piccola grotta che le aveva descritto San Maurizio e vide la Beata Vergine Maria che stringeva Gesù tra le braccia.

Per circa 4 mesi la Madonna apparve ogni giorno nello stesso posto.

Maria indirizzò Benoîte verso una cappella vicina, guidandola con un forte profumo, e le disse che la cappella sarebbe diventata un luogo di conversione per i peccatori e sede di frequenti apparizioni. Disse anche alla ragazza che l’olio della lampada del santuario avrebbe operato miracoli nei confronti dei malati se avessero ricevuto l’unzione con fede nella sua intercessione.

Al centro del messaggio dato a Benoîte c’è la conversione delle anime, che mira a favorire la piena riconciliazione con se stessi, gli altri e Dio.

Il 5 maggio 2008 il vescovo Jean-Michel de Falco Leandri ha annunciato il riconoscimento da parte della Santa Sede delle apparizioni di Nostra Signora di Laus, Rifugio dei Peccatori.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

LEGGI ANCHE:Le 15 apparizioni della Madonna riconosciute dalla Chiesa

Tags:
apparizioni marianemariapaolo vipapa pio xiisan giovanni evangelistasan giovanni paolo iisan giuseppe
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni