Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Boscardin
Chiesa

Perché benediciamo i semi nel giorno della Natività di Maria?

Comaniciu Dan - Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 08/09/16

Un'antica pratica che segna il passaggio dall'estate all'inverno affonda le radici nella cura giudaico-cristiana del creato

L’8 settembre, esattamente nove mesi dopo la solennità dell’Immacolata Concezione, la Chiesa cattolica celebra la Natività della Beata Vergine Maria. Collegata a questa festa particolare è un’antica “benedizione dei semi”, che si svolge in questo giorno da centinaia di anni.

Agricoltori e altri parrocchiani arrivano a Messa con i loro semi o le loro giovani piante, che poi il sacerdote benedice. È un costume che trova la sua base biblica nel comandamento dato da Dio a Mosè in base al quale i figli di Israele, una volta entrati nella terra promessa donata dal Signore, avrebbero dovuto offrire le loro primizie ai sacerdoti, che le avrebbero benedette.

La benedizione annuale dei semi in occasione della Natività della Beata Vergine Maria era un modo per gli agricoltori per segnare la fine del raccolto estivo e l’inizio dell’autunno e delle piantagioni invernali. Prima che si impegnassero in questo sforzo, cercavano la benedizione del sacerdote per vedere le loro azioni protette da Dio. È un modo per riconoscere il potere che Dio ha sulla creazione e per mettere nelle sue mani i frutti dell’anno successivo.

Oltre a riconoscere il ruolo di Dio nel proteggere i loro mezzi di sussistenza, gli agricoltori in questo giorno cercavano l’aiuto di Dio attraverso l’intercessione della Vergine Maria. Come Eva era “la madre di tutti i viventi”, Maria, in quando “nuova Eva”, ha ricevuto il titolo di “Madre e Regina di Tutto il Creato”.

Papa Francesco ha sottolineato questo ruolo particolare di Maria nella sua enciclica Laudato Si’:

“Maria, la madre che ebbe cura di Gesù, ora si prende cura con affetto e dolore materno di questo mondo ferito. Così come pianse con il cuore trafitto la morte di Gesù, ora ha compassione della sofferenza dei poveri crocifissi e delle creature di questo mondo sterminate dal potere umano. Ella vive con Gesù completamente trasfigurata, e tutte le creature cantano la sua bellezza. È la Donna «vestita di sole, con la luna sotto i piedi e una corona di dodici stelle sul suo capo» (Ap 12,1). Elevata al cielo, è Madre e Regina di tutto il creato. Nel suo corpo glorificato, insieme a Cristo risorto, parte della creazione ha raggiunto tutta la pienezza della sua bellezza. Lei non solo conserva nel suo cuore tutta la vita di Gesù, che «custodiva» con cura (cfr Lc 2,19.51), ma ora anche comprende il senso di tutte le cose. Perciò possiamo chiederle che ci aiuti a guardare questo mondo con occhi più sapienti”.

Questa benedizione ha ricevuto ancora più rilevanza con la recente celebrazione della “Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato”, che papa Francesco ha istituito nella Chiesa cattolica romana il 1° settembre.

Alla fin fine, la benedizione dei semi è un modo per riconoscere Dio come l’unico dal quale derivano tutte le benedizioni e per chiedere la sua assistenza e la sua protezione attraverso la cura materna della Beata Vergine Maria. Non vuole essere un sacrificio superstizioso a un dio sconosciuto, ma un modo per affidare qualsiasi cosa (anche i nostri semi e le nostre piantine) al Signore di Tutto il Creato, che veglia su di noi e provvede a ogni nostra necessità come un Padre amorevole.

Philip Kosloskiè marito e padre di cinque figli. Scrive su Aleteia e sul The Pope’s Worldwide Prayer Network (Apostolato della Preghiera), e ha un blog sul National Catholic Register.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
benedizionecura del creato
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni