Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Luglio |
San Pietro Crisologo
home iconChiesa
line break icon

“La pace? Non bastano i grandi incontri se i cuori sono in guerra”

© Marcin Mazur/catholicnews.org.uk

Domenico Agasso jr - Vatican Insider - pubblicato il 08/09/16

Riprendono le Messe mattutine del Papa a Casa Santa Marta. La fine delle ostilità «è un dono che diviene artigianale nelle mani degli uomini. È il nostro lavoro»

Non sono sufficienti, i «grandi incontri» internazionali. È dai «piccoli gesti» quotidiani che si può costruire la pace nel mondo. Dunque, bisogna domandare al Signore la «saggezza» di cercarla nelle cose e situazioni di ogni giorno. Lo afferma oggi papa Francesco nella prima omelia mattutina a Casa Santa Marta dopo la pausa estiva, come riferisce Radio Vaticana.

La pace non si fa tanto nei grandi meeting internazionali. È un regalo di Dio che nasce in posti «piccoli». Piccoli come un cuore. O nei sogni, come succede a Giuseppe, quando un angelo gli indica di non temere di prendere Maria in sposa, perché Lei donerà al mondo l’Emmanuele, il «Dio con noi». E il Dio con noi, sottolinea il Pontefice nella Festa della Natività di Maria, «è la pace».

Papa Bergoglio è colpito in particolare da un verbo della preghiera della colletta odierna, «che tutti noi possiamo crescere nell’unità e nella pace»: «Crescere» perché, evidenzia, la pace è un dono «che ha il suo cammino di vita» e quindi ciascuno deve «lavorare» per svilupparlo.

E «questa strada di santi e peccatori ci dice che anche noi dobbiamo prendere questo dono della pace e farlo strada nella nostra vita, farlo entrare in noi, farlo entrare nel mondo». La pace «non si fa da un giorno all’altro – precisa – la pace è un dono, ma un dono che deve essere preso e lavorato ogni giorno». Ecco perché «la pace è un dono che diviene artigianale nelle mani degli uomini. Siamo noi uomini, ogni giorno, a fare un passo per la pace: è il nostro lavoro. È il nostro lavoro con il dono ricevuto: fare la pace».

Come riuscirci? Nella liturgia odierna c’è un’altra parola indicativa che parla di «piccolezza»: quella della Madonna, e anche quella di Betlemme, così «piccola che neppure sei nelle carte geografiche», dice il Papa. Ecco, la pace «è un dono, è un dono artigianale che dobbiamo lavorare, tutti i giorni, ma lavorarlo nelle piccole cose: nelle piccolezze quotidiane. Non bastano i grandi manifesti per la pace, i grandi incontri internazionali se poi non si fa, questa pace, nel piccolo. Anzi, tu puoi parlare della pace con parole splendide, fare una conferenza grande… Ma se nel tuo piccolo, nel tuo cuore non c’è pace, nella tua famiglia non c’è pace, nel tuo quartiere non c’è pace, nel tuo posto di lavoro non c’è pace, non ci sarà neppure nel mondo».

Dunque occorre chiedere a Dio la grazia della «saggezza di fare la pace, nelle piccole cose di ogni giorno ma puntando all’orizzonte di tutta l’umanità». Tutto ciò a maggior ragione oggi, tempo in cui «stiamo vivendo una guerra e tutti chiedono la pace».

Il Papa suggerisce di partire da questa domanda: «Come è il tuo cuore, oggi? È in pace? Se non è in pace, prima di parlare di pace, sistema il tuo cuore in pace. Come è la tua famiglia oggi? È in pace? Se tu non sei capace di portare avanti la tua famiglia, il tuo presbiterio, la tua congregazione, portarla avanti in pace, non bastano parole di pace per il mondo».

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
omelia santa martapapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
7
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni