Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

5 lezioni di “femminismo” che la Madonna ha dato all’Arcangelo Gabriele

Condividi

di Kristina Hjelkrem

Il femminismo è una delle ideologie più forti e controverse di oggi. Al suo interno vi sono femministe conservatrici, che perseguono l’uguaglianza sociale, professionale e politica tra uomini e donne, così come le estremiste radicali che entrano in chiesa a seno scoperto.

Ci sono ovviamente alcuni suoi postulati logici su cui vale la pena riflettere. Ma molte volte ci troviamo in delle vere e proprie battaglie ideologiche contro le femministe e ci dimentichiamo della carità, oppure non ci chiediamo perché siano giunte a tali conclusioni.

Questo post vuole dare alcuni consigli su come affrontare al meglio questo tipo di conversazioni, prendendo a modello alcune lezioni della donna più femminile di tutte, la Vergine Maria, nel suo dialogo con l’Arcangelo Gabriele.


LEGGI ANCHE: Ma le prime “femministe” furono cristiane


1. Imparare a dire sì

donna dice si
shutterstock

Durante l’Annunciazione, rispose «Fiat» all’Arcangelo Gabriele. Cioè, «sí». Attraverso questa parola si impegnò con l’Arcangelo in merito alla proposta ricevuta: essere la madre del Redentore dell’umanità.

La polemica sulla vocazione della donna è un tema molto attuale e importante. E comprendere la portata del dilemma e la necessità urgente di una risposta è la prima soluzione da tener presente quando iniziamo questo tipo di discussione. Essere preparati sul tema è il primo modo con cui instaurare una conversazione aperta e sincera, con cui invitare l’interlocutore a conoscere la verità sull’identità dell’essere umano. E, in particolare, della donna. Studiamo, leggiamo articoli, restiamo aggiornati, formiamoci una nostra opinione in linea con la verità che vogliamo trasmettere. Un testo consigliatissimo per chi vuole approfondire l’argomento della dignità femminile è la Mulieris Dignitatem di Giovanni Paolo II.

Il mondo ha avuto bisogno di quel «sí»per ricevere Cristo, e il Signore ha bisogno anche del tuo «sí» per potersi rendere vicino a tante altre persone. Parlare di queste tematiche dà l’opportunità perfetta affinché la verità possa illuminare le altre anime.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni