Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
vaticano notizie

Il Papa saluta il premier ungherese Orbàn insieme ad altri leader

Vatican Insider - pubblicato il 28/08/16

Il premier cattolico che innalza muri per bloccare gli immigrati e il Papa che chiede di costruire ponti e di accoglierli. Si sono salutati brevemente domenica 28 agosto in Vaticano il primo ministro ungherese Vilkor Orbàn e Francesco. Non si è trattato di un incontro ufficiale: Orbàn è arrivato Oltretevere insieme ad altri leader che stanno per partecipare a un incontro a Frascati, per discutere della situazione dei cristiani in Medio Oriente. È la Rete/ICln dei parlamentari cattolici europei, un gruppo di riflessione nato nel 2010 per iniziativa congiunta del cardinale Christoph Schönborn, arcivescovo di Vienna e di Lord David Alton. Secondo quanto riferisce il sito «Il Sismografo» non si sono trattati temi specifici e i leader hanno voluto salutare il Papa da «privati cittadini».

Orbàn ha recentemente annunciato la volontà di costruire un secondo muro anti-migranti al confine con la Serbia, «per fermare qualsiasi nuovo tentativo da parte dei migranti di entrare sul territorio magiaro». Il primo ministro già nei mesi scorsi aveva deciso di blindare i confini dell’Ungheria, con una recinzione lungo i 175 chilometri di confine con la Serbia. «Un nuovo muro sarà costruito con equipaggiamenti più moderni», ha dichiarato Orbàn in un’intervista radiofonica, spigando che «il confine non può essere difeso con i fiori e i giocattoli, la frontiera deve essere difesa con la polizia, con soldati e armi», per bloccare «altre centinaia di migliaia» di persone che potrebbero cercare di entrare nel Paese.

L’Ungheria, con i suoi 10 milioni di abitanti, nel 2015 ha registrato 400mila ingressi, la percentuale europea più alta in rapporto alla popolazione. Secondo le decisioni prese in sede europea, dovrebbe ora accogliere altri 1.294 profughi. Il governo di Budapest ha presentato ricorso contro il piano quote dell’Unione Europea. Il premier ha anche annunciato un referendum, previsto per il prossimo 2 ottobre: vuole che il popolo ungherese a opporsi alla Ue e alla sua politica per l’immigrazione.

Nel Paese c’è chi si appella alle radici cristiane dell’Europa e persino al Vangelo per sostenere e giustificare la politica di Orbàn. Nei giorni scorsi su questo è intervenuto il Segretario di Stato Pietro Parolin, che rispondendo a una domanda di Stefania Falasca per il quotidiano Avvenire, ha detto: «Non possiamo sminuire l’apertura universalistica del Vangelo, o far finta che non esista. E la Chiesa deve continuare a ripetere, senza stancarsi, a tempo opportuno e importuno, le parole del Signore: “Amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi”, e “Siate misericordiosi come il Padre vostro è misericordioso”. Lo spirito di accoglienza è parte essenziale dell’identità cristiana e un’applicazione concreta delle opere di misericordia indicate da Gesù nel Vangelo. Ovviamente, è legittimo per un Paese prendere misure legali e giuridiche per tutelare la propria identità culturale legata al cristianesimo. Ma anche tali misure vanno informate allo spirito di amore e di misericordia nei confronti di ogni persona, a partire da quelle che hanno più bisogno, senza alcuna distinzione». 

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni