Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Iraq, il Nunzio: si spende per le armi, non per la popolazione

Condividi

«Una situazione difficile» si vive oggi in Iraq: è quanto spiega a Radio Vaticana il nunzio apostolico in Iraq, monsignor Alberto Ortega Martín. «C’è la difficile situazione umanitaria per il numero grandissimo di sfollati che sono circa tre milioni e mezzo, in una situazione di crisi economica forte e con tante sfide che il Paese deve affrontare. Purtroppo le Nazioni Unite si sono impegnate, ma la richiesta di soldi è stata coperta soltanto in parte, non arriva nemmeno alla metà dei bisogni presentati. Come il Papa ha denunciato tante volte, si usano tanti soldi per le armi – sottolinea Ortega – e non si usano nella stessa misura per la persona concreta e i suoi bisogni».

In questo contesto i cristiani «hanno sofferto tanto. A Mosul e nella zona della Piana di Ninive, tutti se ne sono andati. Molti sono andati all’estero, tanti in Kurdistan. Purtroppo è diminuita la presenza cristiana nel Paese, ma tanti restano ancora anche a Baghdad. E noi cerchiamo di incoraggiarli e dar loro speranza perché pensiamo che la loro presenza sia importantissima non solo per la Chiesa, ma anche per la società. D’altra parte se vogliono rimanere hanno bisogno di sicurezza, di lavoro, di un’abitazione», conclude il nunzio apostolico. 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni