Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 12 Giugno |
Cuore Immacolato
home iconApprofondimenti
line break icon

Perché non si può sostenere il divieto di utilizzare il burkini

Shutterstock / Kzenon

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 20/08/16

Il Papa ha sottolineato che tra lo Stato francese e la Chiesa «la diffidenza del passato si è trasformata poco a poco in un dialogo sereno e positivo, che si consolida sempre di più». «Sappiamo che restano ancora aperti certi territori di dialogo che dovremo percorrere e bonificare poco a poco con determinazione e pazienza».

“RIPENSARE UNA LAICITA’ POSITIVA”

Il nodo sollevato da Ratzinger riguardava la funzione sociale e culturale della religione, richiamando l’espressione «laicità positiva», utilizzata dallo stesso Presidente Sarkozy in una precedente visita a Roma. «In questo momento storico in cui le culture si incrociano tra loro sempre di più, sono profondamente convinto che una nuova riflessione sul vero significato e sull’importanza della laicità è divenuta necessaria», sosteneva Ratzinger.

“FUNZIONE INSOSTITUIBILE DELLA RELIGIONE”

Circa l’intenzione di questa “laicità”, il Papa spiegava che «è fondamentale, da una parte, insistere sulla distinzione tra l’ambito politico e quello religioso al fine di tutelare sia la libertà religiosa dei cittadini che la responsabilità dello Stato verso di essi». Dall’altro lato, ha aggiunto, è necessario «prendere una più chiara coscienza della funzione insostituibile della religione per la formazione delle coscienze e del contributo che essa può apportare, insieme ad altre istanze, alla creazione di un consenso etico di fondo nella società».

Questa funzione della religione è particolarmente necessaria nella società attuale, «che offre poche aspirazioni spirituali e poche certezze materiali». (Zenit.org, settembre 2008).

IL MODELLO AMERICANO

La «laicità positiva» e rispettosa della religione era stata ritrovata nel modello americano dallo stesso pontefice. Ratzinger lo aveva evidenziato ai giornalisti durante il volo verso gli Stati Uniti (chiesa.espresso.repubblica.it, aprile 2008). «Ciò che io trovo affascinante negli Stati Uniti – aveva detto il pontefice – è che hanno incominciato con un concetto positivo di laicità, perché questo nuovo popolo era composto da comunità e persone che erano fuggite dalle Chiese di stato e volevano avere uno stato laico, secolare, che aprisse possibilità a tutte le confessioni, per tutte le forme di esercizio religioso. […] Laico doveva essere lo stato proprio per amore della religione nella sua autenticità, che può essere vissuta solo liberamente. […] Questo mi sembra un modello fondamentale e positivo, […] degno di essere tenuto presente anche in Europa».

LA STRIGLIATA DI PAPA FRANCESCO

Intervistato dal quotidiano francese La Croix (16 maggio), anche Papa Francesco ha recentemente espresso dubbi sul modello laico francese: «Uno Stato dev’essere laico. Gli Stati confessionali finiscono male», ma la Francia tende a «esagerare la laicita’» per colpa di «un modo di considerare le religioni come una subcultura, non una cultura vera e propria».

Bergoglio ha poi aggiunto: «Credo che una laicità accompagnata da una solida legge che garantisce la libertà religiosa offra una cornice per andare avanti – spiega – Siamo tutti uguali, come figli di Dio o con la nostra dignità di persone. Ma ciascuno deve aver la libertà di esteriorizzare la sua fede». La Francia, conclude, «dovrebbe fare un passo avanti su questo tema, per accettare che l’apertura alla trascendenza sia un diritto per tutti».

  • 1
  • 2
Tags:
franciaislamlaicità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Histórias com Valor
Bambino uscito dal coma: ho visto la mia sorellina abortita
4
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni