Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 11 Maggio |
home iconStile di vita
line break icon

17 nomi da scegliere per il tuo bambino in questo Anno della Misericordia

Shutterstock / Valua Vitaly

For Her - pubblicato il 18/08/16

Maria Domenica

Per una ragazza che si prenda cura degli altri attraverso iopere di misericordia spirituale e corporale.

Maria Domenica Mantovani (1892-1934) lavorò sin da giovanissima con i malati terminali nella parrocchia di Verona. Fu la prima superiora dell’Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, fondato insieme al beato Giuseppe Nascimbeni.

Antonio

Per un ragazzo che illumini gli ignoranti e analfabeti.

Sant’Antonio di Padova (1195-1231) è un esempio di opera spirituale nell’istruire gli ignoranti. Amico di San Francesco d’Assisi, era famoso per la sua capacità di predicare con veemenza la parola di Dio tra i giovani che studiavano per entrare nell’Ordine dei francescani.

Caterina

Per una ragazza che tenda una mano agli emarginati e a chi è dimenticato dalla società.

Caterina da Siena (1347-1380) toccò la vita di molti durante la sua breve vita: sin dalla più tenera età condivise cibo, bevande e vestiti con chi aveva più bisogno. Mostrò anche grande amore e misericordia per i prigionieri (che accompagnava verso il patibolo) e prestò assistenza agli appestati.

Teresa

Per una donna che formi comunità.

Santa Teresa d’Avila (1515-1582) fu una monaca carmelitana il cui concetto di vita religiosa fondamentale fu quello di formare comunità dedicate alla compassione e alla misericordia. Vesse in un periodo di grande agitazione e incertezza per la Chiesa, e dedicò la sua vita a riformare l’ordine dei Carmelitani (e se stessa).

Leopoldo

Per un ragazzo che sappia ascoltare.

Leopoldo Mandic (1866-1942) fu un santo francescano cappuccino, le cui reliquie saranno esposte nella Basilica di San Pietro fino al termine di questo Anno della Misericordia.

Leopoldo aspirava ad essere un grande missionario, ma gli fu invece chiesto di sostenere l’opera di confessore.

Diventò una grande guida spirituale e per 40 anni trascorse dodici ore al giorno nel confessionale, abbandonando le proprie aspirazioni per mostrare misericordia e compassione verso quelli più vicini a lui.

Elisabetta

Per una ragazza che possa crescere e prendersi cura dei bisognosi.

Santa Elisabetta d’Ungheria (1207-1231) fu moglie di un nobile in quella che oggi è la Germania. Dopo la morte del marito costruì un ospedale, dove ha contribuito personalmente nella cura dei malati. Entrata nel Terz’Ordine Francescano, ha fatto della preghiera, della penitenza e del sostegno ai bisognosi la sua priorità.

Maria Goretti

Per una ragazza con una grande capacità di perdonare.

Maria Goretti (1890-1902) è una delle più giovani sante. A 12 anni fu aggredita da un uomo che tentò di violentarla; morì il giorno dopo, ma non prima di annunciare, in un ultimo atto di misericordia, di aver perdonato il suo aggressore.

L’uomo fu condannato e dopo aver scontato il suo tempo in carcere si recò dalla madre di Maria per chiederle perdono. Si ritirò in un convento di cappuccini, dove visse per il resto della sua vita.
Anche se la storia di Maria è tragica, mostra la potenza del perdono che supera l’ingiustizia.

Giovanni

Per un ragazzo che sia un coraggioso leader spirituale.

Giovanni Maria Battista Vianney (1786-1859) visse in Francia in un periodo in cui per i cattolici era illegale andare a messa.

Spesso la sua famiglia percorreva, come tante altre, lunghe distanze per partecipare a messe clandestine. Il coraggio di questi leader spirituali mostrò a Giovanni la sua forte vocazione, rendendolo quello che oggi riteniamo un eroe del sacerdozio.

Massimiliano

Per un ragazzo coraggioso che difenda gli altri, prima di se stesso.

Massimiliano Maria Kolbe (1894-1941) fu un frate francescano polacco; la sua storia è commovente, e mostra la sua forza morale. Fu catturato dalle autorità naziste tedesche nel febbraio 1941 ed imprigionato ad Auschwitz.

Dopo la fuga di tre prigionieri dal campo, uno dei comandanti ordinò per rappresaglia che dieci prigionieri venissero lasciati morire di fame. Kolbe decise di prendere il posto di un uomo, marito e padre di famiglia, parte dei dieci prescelti.

Pietro

Per un ragazzo che soccorra le vittime del peccato.

Pietro Claver (1580-1654) nacque in Spagna ed entrò giovanissimo nell’ordine dei Gesuiti. Viaggiò in Colombia, dove raggiunse ogni mese migliaia di schiavi africani. Lì vi trascorse i successivi 33 anni predicando senza sosta, fornendo cura ai malati, battezzando e facendo conoscere a quelle genti l’amore di Dio.

Vincenzo

Per un ragazzo che nutra gli affamati.

Vincenzo de ‘Paoli (1581-1660) fu un prete francese che trascorse gran parte del suo tempo ad aiutare i malati, i poveri ed i vulnerabili. Riconobbe i limiti del condurre sforzi a livello individuale, e andò a chiedere ai ricchi di sostenere il suo lavoro. Lui e i suoi assistenti arrivarono a dare zuppa e pane a 16mila poveri al giorno. Oggi molte parrocchie continuano l’opera di Vincenzo attraverso la società di San Vincenzo de ‘Paoli.

Faustina

Per una ragazza che diffonda la misericordia di Dio.

Faustina Kowalska (1905-1938) nacque in una famiglia povera polacca con dieci fratelli. Una serie di visioni le disse di annunciare il messaggio della misericordia di Dio a tutti, anche a coloro che avevano abbandonato la Sua via e la Sua Parola.

Martino

Per un ragazzo che forgi la propria strada.

Martino di Tours (316-397) nacque da genitori pagani in quella che è oggi l’Ungheria. Alla giovane età di 12 anni cominciò a chiedersi se continuare il suo stile di vita pagano o se diventare cristiano.
Per il resto della sua lunga vita seguì un percorso che non era esattamente quello che la sua famiglia si aspettava da lui. Predicò l’amore di Dio a tutti, non importa se pagano o cristiano, e mostrò gentilezza e amore a tutti quelli che incontrava.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
figligenitorigiubileo della misericordianomipapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
ROSES, TERESA LISIEUX
Annalisa Teggi
Novena delle rose, 5 storie di chi ha ricevuto una carezza da San...
7
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni