Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconSpiritualità
line break icon

Dopo la morte: l’atto finale dell’amore di un marito per la moglie

Anna Gearhart CC

Carrie Gress, PhD - pubblicato il 17/08/16

Il cuore dell’idea era di unirsi nella preghiera per Lizz dopo sua la morte, facendo pulire il suo corpo a chi l’amava di più.

Tra questi Ryan, sua madre e sua sorella: c’erano otto di noi nella stanza. Sono stata l’ultima a entrare. Lizz giaceva su di un letto ospedaliero nella loro camera da letto. La madre era accanto a lei e le accarezzava i capelli, un altro amico recitava di continuo le preghiere che Ryan aveva scelto. La stanza era piena di profumo di incenso in stile atonita. La madre di Lizz era molto coraggiosa, ma il suo dolore era forte nonostante mantenesse perfetto equilibrio.

Appena entrata, la madre mi fece cenno di andare a tenere la mano di Lizz. Quello che non sapevo era che tutti nella stanza avevano già avuto questa possibilità. Era ancora calda.

Ryan ci disse che il nostro primo passo sarebbe stato quello di pulire il corpo di Lizz, rimuovendo bende e macchie, e spazzolarle i capelli. Abbiamo lavorato insieme, tutti partecipavano ad una parte del processo. La madre e la sorella si preoccuparono della sua testa, intrecciandole i capelli. Sua sorella piangeva mentre lavorava così la madre le sussurrò parole di conforto e di amore per Lizz. Per tutto il tempo le parole dei Salmi e del Vangelo lette costantemente e in modo delicato facevano da sottofondo.

Dopo i processi essenziali, abbiamo preso una tinozza colma d’acqua calda profumata con olio di nardo e con spugne nuove tutti, a turno, la asciugavamo – questa volta non per pulirla, ma con una riverenza più tenera verso il suo corpo, proprio un’unzione attraverso il nostro amore. L’abbiamo poi rivestita con un vecchio pigiama consumato che sembrava aver avuto una storia di coccole e bambini e calore.

Infine, Ryan ha estratto un lungo pezzo di stoffa di cotone avorio che aveva con cura e precisione piegato – proprio come la bandiera sarebbe stata piegata dai soldati pochi giorni dopo in occasione dell’internamento. Sette di noi hanno cominciato dai suoi piedi ad avvolgerla completamente nel sudario, muovendosi avanti e indietro, sopra e sotto il suo corpo, fino a quando abbiamo raggiunto il suo viso. Ryan poi si è inginocchiata accanto a lei e le ha dato un ultimo bacio prima di completare l’avvolgimento e la cucitura. Padre Boyle – parroco di Ryan e Lizz – che era rimasto in attesa in salotto, è infine entrato e ci ha condotto alle preghiere finali, usando l’acqua santa.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
mortepreghiera
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni