Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

L’effetto Duning-Kruger, ovvero la presunzione dell’ignoranza

Condividi

Questa distorsione cognitiva comporta una scorretta interpretazione delle proprie abilità, sopravvalutando le proprie mancanze

Nel dicembre 1999 Justin Kruger e David Dunning, due ricercatori della Cornell University di New York, pubblicarono i risultati di uno studio condotto per verificare se l’affermazione di Darwin “L’ignoranza genera fiducia più spesso della conoscenza” fosse vera o no. Già Socrate sosteneva qualcosa di simile, affermando che ciò che sapeva era esattamente di non sapere nulla.

I loro risultati mostrarono che, in effetti, gli individui con poche competenze e conoscenze tendono ad avere un senso di superiorità illusoria, e sono considerati più intelligenti e preparati rispetto a quelli che effettivamente lo sono.

È un pregiudizio cognitivo che impedisce di riconoscere i propri limiti ed errori. In breve, il cosiddetto “effetto Duning-Kruger”, spiega che “l’errore di valutazione dell’incompetente deriva da un giudizio errato sul proprio conto, mentre quello di chi è altamente competente deriva da un equivoco sul conto degli altri”.

Gli scienziati ipotizzarono che, per una data competenza, le persone inesperte (o incompetenti):
1) tendono a sovrastimare le proprie capacità
2) non sono in grado di riconoscere le competenze altrui, quindi considerano gli altri inferiori a loro
3) non si rendono conto della propria inadeguatezza
4) se dovessero però ricevere una formazione adeguata per l’attività in questione potrebbero rendersi conto e accettare la loro precedente mancanza di abilità.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.