Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 21 Giugno |
San Luigi Gonzaga
home iconStile di vita
line break icon

Per favore, non accettarmi come sono

bikeriderlondon/Shutterstock

Arleen Spenceley - pubblicato il 02/08/16

Come se il “come sono” dovesse essere per sempre – come se il “come sono attualmente” sia il massimo del sano, dell’amorevole e del santo che posso raggiungere.

È così? Il “come sei oggi”, in ogni modo, è davvero come dovresti essere per sempre?

Ovviamente no. La nostra Chiesa non ci insegna questo. Non credo che valga per me, e voi (spero) non lo credete riguardo a voi. E non lo crede neanche Keller, che scrive:

Dentro di voi sapete di non essere perfetti, che ci sono moltissime cose che vi riguardano che devono cambiare e che chiunque arrivi a conoscervi da vicino e in modo personale vorrà cambiare.

E questo è doloroso, aggiunge, e spesso non ci sta bene. Ma consideriamo un altro aspetto importante sottolineato da Keller:

Quanto sarebbe diversa la ricerca di un coniuge se vedessimo il matrimonio come un mezzo perché gli sposi si aiutino a vicenda a diventare il loro glorioso futuro ‘io’… E se iniziaste il vostro matrimonio comprendendo il suo obiettivo come amicizia spirituale per il viaggio verso la nuova creazione? E se vi aspettaste che il matrimonio riguardi il fatto di aiutarvi a vicenda ad abbandonare i vostri peccati e le vostre mancanze per optare per un nuovo ‘io’ che Dio sta creando?

Daremmo il benvenuto al fatto che un rapporto possa cambiarci, e ci aspetterammo di cambiare come risultato di ciò. Non riguarda il fatto di chiedere a qualcuno di cambiare per poter scegliere di uscirci o di sposarlo/a, né di scegliere persone i cui valori non si allineano con i nostri perché crediamo di poterle cambiare. Riguarda il fatto di permetterci di venire cambiati in meglio – come dovremmo fare – perché ci scegliamo saggiamente a vicenda.

Accoglieremmo con favore la “scomodità” di un rapporto, e ci adatteremmo come serve, per via l’uno dell’altro, nonostante il disagio del fatto di adattarci. Se cerchiamo un “altro significativo” le cui interazioni con noi non ci richiedono aggiustamenti o scomodità, non stiamo amando ma usando. Non cerchiamo qualcuno che ci ami, ma uno scudo umano che si erga tra noi e le conseguenze del nostro comportamento, che ci rubi le opportunità di crescita e santificazione.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
matrimoniorelazioni
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
7
DON DAVIDE BAZZATO
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: ho desiderato un figlio, ma ho scelto la cast...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni