Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 27 Settembre |
San Vincenzo de Paoli
home iconStorie
line break icon

“Un amore così forte” da perdonare l’impensabile

Pixabay.com/Public Domain/ © Andrartes

Catholic Link - pubblicato il 29/07/16


Una fede radicale permette una generosità radicale – che è sicuramente quello di cui Jennifer aveva bisogno per poter offrire misericordia a Simeon. Questa generosità radicale si eleva al di sopra di quella che sarebbe la reazione naturale di rabbia e amarezza. È qualcosa che ci permette di vedere che, indipendentemente da quello che ci viene fatto, la vita di coloro che l’hanno fatto non può trovarsi in una situazione positiva. Ci permette di estendere la generosità di volere che quella vita cambi in meglio, per la pace e la salvezza di quella persona così come della nostra. La verità è che l’amarezza e il risentimento non fanno bene a nessuno. Neanche in circostanze estreme.

Se questa storia mi ha ispirato in qualche modo, è stata soprattutto un’ispirazione che mi ha sfidato a perdonare e a mostrare misericordia a chi mi ha ferito. La misericordia di Jennifer mi ha interpellato in modo alto e chiaro: ci viene detto di mostrare misericordia come è stata dimostrata nei nostri confronti. Siamo nell’Anno della Misericordia, e spero che non vi siate ancora stancati di sentirne parlare, perché la misericordia è lungi dall’essere noiosa.

Papa Francesco ha affermato che “celebrare il Giubileo della Misericordia significa imparare a non rimanere prigionieri del passato, di ieri. È imparare ad aprire la porta al futuro, al domani: è credere che le cose possano essere differenti”.

Tenendo questo a mente, vorrei estendere questa ispirazione e sfidarvi in un invito a perdonare. Forse non è corretto da parte mia, perché non so cosa vi sia stato fatto o cosa potreste avere da perdonare. O forse vi sentite a disagio perché quello che avete da perdonare è molto meno di quello che ha Jennifer, ma lottate per perdonare. Quello che ho notato nella storia di Jennifer è che ha detto che non c’è stato un momento specifico in cui è passata dal non perdonare al perdono. È stato un processo graduale di preghiera che ha significato che passo dopo passo è riuscita a riconoscere che aveva perdonato l’assassino, e alla fine gli ha espresso pubblicamente questo perdono. Non importa quello che abbiamo da perdonare. Se iniziamo piano piano e facciamo il primo passo – anche se è solo una preghiera per voler perdonare, con fiducia radicale –, Cristo effonderà la Sua misericordia in questa situazione.

Jennifer ha spiegato perché ha voluto andare in tribunale a condividere la sua Dichiarazione sull’Impatto sulla Vittima: “Volevo andarci perché volevo che l’ultima cosa che sentisse fosse il perdono, volevo che sapesse, forse per la prima volta nella sua vita, che Dio lo amava, che Dio perdona sempre, e dimostrare che volevo offrire anche il mio perdono”.

Lasciamo che la misericordia abbia l’ultima parola

“Simeon Adams è stato condannato a 55 anni di prigione. 55 anni non ci restituiranno mai Nathan. Non guariranno il mio cuore spezzato. Non daranno mai a Cecilia la possibilità di conoscere suo padre. Ad ogni modo, sono qui oggi non per chiedere più tempo, ma per parlare di perdono.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
maritomisericordiamogliepapa francescoperdonosuor faustina kowalska
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
4
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni