Aleteia
lunedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
vaticano notizie

Francia sotto choc dopo i fatti di Rouen, i leader religiosi chiedono più sicurezza

Vatican Insider - pubblicato il 27/07/16

Dopo l’attentato nella chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray, vicino Rouen, in Normandia, dove un prete è stato sgozzato, i rappresentanti religiosi, ricevuti questa mattina all’Eliseo, hanno chiesto una sicurezza rafforzata per i luoghi di culto. 

In particolare, nel corso dell’incontro con il presidente Francois Hollande, è stato chiesto che questi siano «oggetto di una più grande attenzione, un’attenzione sostenuta» sulla sicurezza. All’incontro hanno partecipato rappresentanti cattolici, ortodossi, protestanti, come anche dell’Islam, dell’ebraismo e del buddismo. Per Dalil Boubakeur, rettore della Grande Moschea di Parigi, presente questa mattina all’Eliseo, «c’è una contraddizione di valori. Abbiamo sperato nell’avvenire, sarebbe tempo per i musulmani di assumere la consapevolezza di ciò che non funziona in questa visione mondiale dell’Islam e che i musulmani di Francia prendano l’iniziativa, l’iniziativa di una formazione molto più attenta dei nostri religiosi e anche la sensazione che si debba mettere in agenda anche una certa riforma delle nostre istituzioni». 

Il terrorismo colpisce in chiesa: sgozzato il sacerdote (Levi)

Adel, il killer 19enne con l’ossesione per la jihad (Bresolin)

COMMENTO – I volontari carnefici del Califfo (Molinari)

Da parte sua, l’arcivescovo di Parigi e presidente della conferenza episcopale francese, André Vingt-Trois, si è interrogato sul senso che bisogna dare alla fede. Per lui bisogna «sapere in quale Dio crediamo. Crediamo in un Dio di morte o in un Dio di vita? Un Dio che si compiace della morte degli uomini e premia chi li uccide? O un Dio che vuole far vivere l’uomo e sostiene coloro che combattono per la vita umana? È esattamente su questa scelta della cultura del nichilismo che si costruisce tutta la propaganda, la stessa che porta alla deriva un certo numero di giovani». 

Oggi anche il Consiglio di sicurezza

Il presidente Hollande è impegnato stamane in una maratona di impegni: dopo l’incontro con i leader religiosi è iniziato il Consiglio di sicurezza e difesa, e subito dopo il Consiglio dei ministri. Hollande ha rimandato per la seconda volta il suo viaggio in Repubblica Ceca; aveva già rinviato il viaggio dopo la strage di Nizza del 14 luglio. 

Due arresti nel Savonese per terrorismo

Così è cambiata l’offensiva dell’Isis: nel mirino la fede dei crociati (Stabile)

La guida islamica di Milano: “Anche noi nel mirino, denunciare gli estremisti”

“Nessun legame tra il fermato e i due assalitori”

Il minore posto in custodia ieri nell’ambito delle indagini sull’attacco commesso ieri in una chiesa vicino a Rouen non ha «legami» con l’assalto, ha detto il ministro Bernard Cazeneuve, che resta tuttavia «molto prudente». «I primi elementi dell’inchiesta indicano che non vi è alcun legame tra questa persona e quello che è successo ieri», ha affermato il ministro dell’Interno su Europe 1. Alla domanda se il giovane abbia fornito supporto logistico ai due jihadisti che hanno assassinato un sacerdote e ferito un parrocchiano, Cazeneuve ha risposto: «A quanto pare no, ma sono molto prudente, ne sapremo di più nelle prossime ore». Il ministro ha precisato che il giovane «era stato posto agli arresti domiciliari la scorsa settimana dal prefetto».  

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
EVGENY AFINEEVSKY
Camille Dalmas
Come Afineevsky ha recuperato l‘estratto sull...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni