Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 27 Settembre |
San Vincenzo de Paoli
home iconChiesa
line break icon

Il silenzio di papa Francesco ad Auschwitz lodato dalla comunità ebraica

Matteo Flammini-CC / © Antoine Mekary - ALETEIA (Composition)

SONY DSC

Ary Waldir Ramos Díaz - Aleteia - pubblicato il 26/07/16

Il gesto di papa Francesco e il suo messaggio sono quindi un seme contrapposto all’odio diffuso in Europa e nel mondo dal fondamentalismo, dal nazionalismo e dall’avversione a tutto ciò che è diverso.

Tra il 1940 e l’inizio del 1945, la Germania nazista sterminò ad Auschwitz- Birkenau 1,1 milione di persone, per la maggior parte ebrei di vari Paesi europei.

L’intenzione di papa Francesco viene sottolineata dalla Di Segni come “una forma di preghiera che tuona e che darà eco […] ai gridi e al dolore dei tanti bambini, mamme, giovani, uomini che da quella terra non hanno fatto ritorno”.

“Solo così le terre maledette dello sterminio e dell’odio potranno assumere la santità di tutti i martiri che nel nome dell’amore e della tolleranza lì sacrificarono la propria vita”, ha concluso.

Papa Francesco è il terzo pontefice a visitare Auschwitz. Giovanni Paolo II, il 7 giugno 1979, è stato il primo a celebrare la Messa sul luogo “costruito sull’odio e sul disprezzo dell’uomo nel nome di un’ideologia folle”.

Papa Benedetto XVI vi si è recato il 28 maggio 2006 e ha detto che arrivava lì come figlio del popolo tedesco per affrontare il dovere della verità di fronte a tanta sofferenza.

Il vescovo di Roma tornerà a comunicare attraverso i gesti con lo stesso rispetto che ha avuto nel 2014, quando ha visitato il memoriale di Yad Vashem a Gerusalemme, dove si è inchinato davanti al dolore dei sopravvissuti.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

LEGGI ANCHE: “Dio non è ad Auschwitz”. Così Elie Wiesel iniziò la sua “battaglia” contro Dio

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
antisemitismoauschwitzedith steingmg cracovia 2016papa benedetto xvipapa francescosan giovanni paolo iisan massimiliano maria kolbe
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
4
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni