Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Una parola può sconfiggere il male?

Condividi

Il santo eroismo richiederà molti strumenti, incluse parole ragionate e azioni caritatevoli

“State cercando di far pensare ancora una volta gli stupidi? Questo non fa altro che infastidire loro e frustrare voi. Quante volte dobbiamo parlarne?”

Così iniziava una breve storia per illustrare la “falsità razionalista”, che dichiara: “Se mi spiego in modo abbastanza chiaro, la gente capirà e sarà d’accordo con me”. È una falsità per via di due presupposti: 1) siamo chiari quanto pensiamo di essere; 2) la gente è ragionevole quanto abbiamo bisogno che sia.

Risolvere le dispute con parole ragionevoli è difficile e spesso frustrante, anche tra persone razionali di buona volontà. E allora che possibilità hanno le parole ragionevoli di allontanare odio e malizia? Possiamo davvero immaginare che possa derivare un risultato positivo da una conversazione che inizia con “Il motivo per cui non dovresti sparare casualmente agli estranei è…” o “Il motivo per cui non dovresti investire i bambini con un camion è…”? La gente che ha bisogno di “ragionare” per vedere crimini di questo tipo non solo sbaglia, ma è malvagia, e non si può ragionare con una persona malvagia assetata di sangue.

Alcune azioni sono così orribili che non possono essere spiegate solo con motivazioni umane. Gesù ha detto che alcuni demoni possono essere scacciati solo con la preghiera e il digiuno. Ciò che trasforma gli uomini in mostri dev’essere affrontato con la croce. E non basta, come dice l’inno, “alzare la croce di Cristo”, perché dobbiamo anche prendere su di noi la nostra croce. Servono vite di preghiera, penitenza, vigilanza e sacrificio per difendere i vulnerabili, proclamare Cristo ai suoi nemici e difendere l’onore di Dio e della Chiesa.

Un santo eroismo di questo tipo richiederà molti strumenti, incluse parole ragionate e azioni caritatevoli. Siate certi che le parole contrarie alla ragione e le azioni opposte alla carità sono opposte a Dio che ha rivelato Se stesso attraverso il Suo Cristo come Verità e Amore. Esortando i suoi connazionali contro i nazisti, Dietrich von Hildebrand si opponeva all’odio irrazionale in parole e azioni perché contrario a Cristo:

“Il soldato di Cristo deve combattere contro il peccato e l’errore. La sua battaglia contro l’Anticristo è promossa dal suo amore per Cristo e per la salvezza delle anime; combatte questa battaglia per la salvezza di coloro che si sono sviati. Il suo atteggiamento è di vero amore. Ma chi fugge dall’inevitabile battaglia e tratta irenicamente chi si è sviato, confondendo il suo errore e minimizzando la sua rivolta contro Dio, è fondamentalmente una vittima dell’egoismo e della compiacenza”.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni