Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

È morta Carmen Hernández, iniziatrice del Cammino Neocatecumenale

Condividi

Carmen Hernández, 80 anni, iniziatrice insieme a Kiko Argüello del Camino Neocatecumenal, è mancata oggi a Madrid. La notizia è stata confermata dall’ufficio stampa della stessa realtà ecclesiale. Personalità inquieta e spontanea, era uno dei pilastri della particolare opera nata 50 anni fa nelle periferie della capitale spagnola. Quando cominciò il Giubileo, a luglio, aveva parlato al telefono per l’ultima volta con il Papa. 

La sue condizioni di salute erano peggiorate notevolmente negli ultimi 18 mesi, un peggioramento progressivo nonostante non ci fosse alcuna malattia specifica. Ma è stata presente durante l’udienza che Francesco ha concesso alle famiglie missionarie del Camino Neocatecumenal lo scorso 18 marzo. È stata l’ultima volta che la si è vista in pubblico.  

Insieme a Kiko Argüello e al padre Mario Pezzi, era parte della squadra internazionale del Camino, un’istituzione concepita come un ‘percorso di formazione cattolica o fondazione di beni spirituali’, una forma attuale della dinamica delle prime comunità cristiane. 

Nata nel 1936 ad Ólvega (Spagna), da piccola si è trasferita con la sua famiglia a Tutela, Navarra, dove ha vissuto la sua giovinezza. Ha ottenuto la laurea in Chimica a Madrid per poi ritirarsi nell’Istituto delle Missionarie di Cristo Gesù, dove ottenne la licenza in teologia. Ha conosciuto Francisco José Gómez Argüello Wirtz, per tutti Kiko Argüello. 

Durante gli anni ’60, Argüello ha cominciato la sua opera di evangelizzazione nel quartiere Palomeras Altas a Vallecas, come risultato di una ricerca interiore. Fra le case povere degli immigrati lavoratori sono nate le prime comunità del Camino, e Carmen era una delle catechiste.  

Il rapporto di vicinanza e amicizia tra entrambi è stato un lievito per l’opera nascente, alla quale si sarebbe poi aggiunto padre Pezzi. Solare, con un acuto senso dell’umorismo, Carmen Hernández sapeva essere assolutamente sincera.  

Lo scorso primo luglio, Papa Francesco ha concesso un’udienza privata ad Argüello e a Pezzi in Vaticano; mentre si trovavano riuniti hanno chiamato telefonicamente Carmen, a Madrid, per animarla nei suoi ultimi giorni. 

Il Camino Neocatecumenal è presente nei cinque continenti. A metà 2013 aveva delle comunità in 120 diversi paesi, e amministrava circa 102 seminari «Redemptoris Mater». Nonostante i suoi vertici non amino pubblicare statistiche e numeri, si pensa che i membri del Camino Neocatecumenal siano circa un milione, dei quali circa 300 mila si trovano in Spagna. 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni