Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconStile di vita
line break icon

Dipendeva dalla pornografia su Internet, ora la combatte

Daniel R. Esparza - pubblicato il 15/07/16

Alexander Rhodes ha fondato un sito web per il recupero dei dipendenti dal porno, e sta ricevendo un milione di visite al mese

Qualche anno fa, Alexander Rhodes ha avviato un forum di discussione su Reddit per condividere una dipendenza che lo affliggeva da quando aveva circa undici anni.

Lungi dall’essere solo in questa lotta, si è trovato circondato da altre persone che cercavano di astenersi dalla masturbazione e dalla pornografia.

Poco dopo ha avviato il proprio sito, uno spazio condiviso per aiutare chi combatte con questo problema molto particolare ma sempre più comune.

Le statistiche del suo sito lo testimoniano chiaramente, visto che riceve circa un milione di visitatori al mese.

Rhodes, secondo il New York Times, “spera ora di ampliare il proprio sito”. Con il sostegno della sua famiglia, sta trasformando parte di una chiesa abbandonata nel quartier generale della sua compagnia.

“Dipende da come si guarda indietro e ci si rammarica per ciò che è accaduto in termini di crescere dipendendo dalla pornografia su Internet”, ha affermato. “Si potrebbe guardare indietro e dire: ‘Oh, ero un perdente. Se non l’avessi mai fatto la mia vita sarebbe molto migliore’. Forse è vero, ma allo stesso tempo il fatto che fossi dipendente dal porno su Internet, il fatto che fossi così mediocre, mi rende qualificato in modo unico per aiutare l’umanità”, ha affermato in un’intervista rilasciata a Sridhar Pappu.

Rhodes è visto sempre più come un portavoce contro una malattia che, anche se non è stata riconosciuta ufficialmente come tale, è già epidemica ed interessa la vita emotiva di molte persone.

Per leggere tutta la storia come pubblicata dal NY Times cliccare qui.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni