Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 03 Marzo |
Sant'Agnese di Boemia
home iconNews
line break icon

Il coraggioso musulmano che ha salvato centinaia di vite umane abbracciando un attentatore suicida

al masdar

Valerio Evangelista - Aleteia - pubblicato il 13/07/16

In Iraq un ragazzo si è lanciato su un terrorista in procinto di farsi saltare in aria, evitando che morissero ancora più persone

Giovedì scorso – nei pressi del santuario di Sayyed Mohammad a Balad (Iraq) – un uomo ha impedito a un attentatore suicida del sedicente Stato Islamico di uccidere potenzialmente centinaia di persone.

Secondo quanto riportato da Al Masdar Newsavrebbe notato il terrorista imbottito di esplosivi e vi si sarebbe fiondato contro per impedirgli di entrare nell’affollatissimo santuario. L’aspirante attentatore suicida ha quindi attivato gli esplosivi, uccidendo se stesso, l’uomo intervenuto ed altre 38 persone.

Pochi giorni prima c’era stato un altro attentato in Iraq (nell’area di Karrada) che ha ucciso oltre 300 esseri umani. Trecento vite strappate in qualche frazione di secondo.

Sayid Mohammed bin Ali al-Hadi in Balad, north of Baghdad,
REUTERS/Stringer
L'ingresso del Santuario in seguito all'esplosione

L’eroe che si è immolato per impedire che una tragedia simile si ripetesse si chiamava Najih Shaker Al-Baldawi. Ha letteralmente abbracciato la morte, per ridurre quanto più possibile il numero delle vittime. Il suo sprezzante coraggio è diventato virale in poco tempo sui social media  e su internet in generale.

Il terrorista bloccato dal Najih era uno dei diversi attentatori di Daesh ad aver tentato – indossando uniformi delle forze di sicurezza e quasi in simultanea – ad entrare nel Santuario. Due di loro si sono fatti esplodere (uno dedi quali bloccato da Najih) e un terzo è stato ucciso dalle forze di sicurezza.

Una mappa che mostra tutti gli attacchi suicidi avvenuti a Baghdad dal 2003
theasian.asia
Una mappa che mostra tutti gli attacchi suicidi avvenuti a Baghdad dal 2003

Lo Stato Islamico ha emesso una dichiarazione in cui ha rivendicato l’attacco, sostenendo che il commando fosse composto da 5 terroristi. “Il codardo attacco ha senza dubbio l’obiettivo di accendere le tensioni tra le varie comunità e riportare l’Iraq ai giorni bui del conflitto settario”, ha dichiarato Jan Kubis, rappresentante speciale dell’Onu in Iraq.

Il sacrificio di Najih Shaker Al-Baldawi ricorda la storia di un altro musulmano coraggioso che ha sfidato la follia delle bandiere nere. Siamo in Kenya, nel dicembre 2015: membri del gruppo terrorista al-Shabab bloccano un autobus e separano i cristiani da un lato e i musulmani dall’altro. Ma i passeggeri musulmani si rifiutano di collaborare con i terroristi: tra loro anche Salah Farah – vice preside di una scuola locale e padre di cinque figli – che ha fatto da scudo umano proteggendo i suoi concittadini di fede cristiana. I terroristi aprono il fuoco, e l’uomo viene ferito gravemente. Un mese dopo l’insegnante muore. «È un vero eroe» ha detto di lui il capo della polizia keniota, Joseph Boinnet, «è morto per proteggere innocenti».

Tags:
iraqisisterrorismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
4
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
7
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni