Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La prima donna “numero 2” della Sala stampa vaticana: “Francesco ha voluto dare spazio ai laici”

Condividi

«Il Papa è di parola quando dice di voler dare spazio ai laici». Paloma García Ovejero, madrineña, quarant’anni figlia di un bancario e di una infermiera, single, è il volto femminile della comunicazione vaticana. Cordiale e amichevole è in Vaticano per Radio Cope, emittente dei vescovi spagnoli. 

Quando ha saputo della nomina?  

«Venerdì scorso. Sono stata convocata in Segreteria di Stato dal Sostituto, monsignor Becciu». 

Quanto è importante la scelta di una donna?  

«Che io sia una donna non ha particolari significati, se non quello che il Papa agisce con naturalezza: ci sono uomini giornalisti e donne giornaliste! E con le nomine Francesco è stato di parola: aveva detto che bisognava dare spazio ai laici e l’ha fatto». 

Che cosa le ha detto Francesco?  

«Lo abbiamo incontrato stamattina (ieri per chi legge, ndr). Vuole che noi facciamo arrivare il suo messaggio, che siamo trasparenti. Fare arrivare al pubblico il messaggio del Papa era già il mio lavoro come giornalista, ora continuerò a farlo in un altro modo. Sempre con grande gioia». 

Quale sarà ora il suo compito?  

«Aiutare e sostenere il direttore della Sala Stampa, fare da tramite tra il Papa, la Santa Sede e i giornalisti. Padre Lombardi, e il vicedirettore padre Ciro Benedettini, hanno fatto un grande e imparagonabile lavoro, rimanendo sempre in secondo piano. Anche a noi è chiesta questa fedeltà». 

Questo articolo è stato pubblicato nell’edizione odierna del quotidiano La Stampa  

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.