Aleteia
martedì 20 Ottobre |
San Paolo della Croce
vaticano notizie

Il Patriarca iracheno: anche i musulmani vengono massacrati come “infedeli”

Vatican Insider - pubblicato il 08/07/16

Il terrorismo “non ha nulla a che fare con la religione, ma può essere collegato a giochi politici che permettono di uccidere musulmani, cristiani, mandei e yazidi come ’infedeli’ ”. Così il Patriarca caldeo Louis Raphael I si è rivolto ai partecipanti alla veglia di preghiera svoltasi la sera di giovedì 7 luglio presso la parrocchia caldea di Karrada, il distretto di Baghdad dove terroristi suicidi hanno compiuto domenica scorsa uno dei massacri più tremendi dell’insanguinata storia irachena. 

L’attentato, rivendicato dai jihadisti dell’autoproclamato Stato Islamico (Daesh) e costato la vita a più di 300 persone, ha segnato in maniera tragica la fine del Ramadan, il mese sacro che i musulmani dedicano al digiuno e alla preghiera.  

Nel suo intervento durante la veglia, il cui testo è pervenuto all’Agenzia Fides, il Primate della Chiesa caldea ha espresso tristezza e solidarietà ai parenti delle vittime, condannando “questi atti crudeli che hanno colpito persone innocenti, rubando la felicità a chi si preparava a celebrare l’Eid al-Fitr, convertendo la festa in un lutto nazionale”. Tutti dovrebbero riconoscere che “uccidere persone innocenti conduce all’inferno e non in Paradiso” ha sottolineato il Patriarca caldeo, facendo riferimento alle pratiche di lavaggio del cervello utilizzate dalle agenzie del terrore per reclutare manovalanza pronta a commettere attentati suicidi. “Se il governo fosse coerente e i politici lavorassero come una squadra”, ha aggiunto il Patriarca, “il Daesh non sarebbe in grado di: commettere questi crimini, e mettere così a rischio la sicurezza e la stabilità del Paese”. 

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Religión en Libertad
Lo jihadista non è riuscito a decapitarmi: “C...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni