Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Gesù medico a tutto tondo, del corpo e dell’anima

Pixabay.com/Public Domain/ © Unsplash
Condividi

La riflessione del dottor Roberto Antonio Bianchi sull’aspetto medico-scientifico degli insegnamenti evangelici

“Sani e salvi. Le terapie di Gesù medico” (Effatà editrice) è il libro del dottor Roberto Antonio Bianchi medico-chirurgo che da diversi anni dirige a Cremona una clinica, dove studia e applica con successo varie terapie naturali, a tanti pazienti affetti da patologie anche gravi. Con questo testo l’autore si interroga e giunge a rispondere affermativamente alle seguenti domande:

I miracoli operati da Gesù forniscono anche insegnamenti medico-scientifici?
Oltre agli insegnamenti spirituali, la Bibbia contiene anche indicazioni terapeutiche?
La nostra salute fisica è influenzata anche dalla qualità delle emozioni che coltiviamo?

Nell’introduzione di Marco D’Agostino si sottolinea che «Gesù stesso in due occasioni si definisce un medico, venuto per sanare i malati», occupandosene come uomini nella loro totalità. «A lui non interessa la malattia, ma la persona, il suo pensare, il suo sentire. Ama il paziente sempre, anche quando quest’ultimo non lo ascolta”. “Il suo amore di predilezione per gli infermi non ha cessato, lungo i secoli, di rendere i cristiani particolarmente premurosi verso tutti coloro che soffrono nel corpo e nello spirito. Esso sta all’origine degli instancabili sforzi per alleviare le loro pene».

QUAL È IL SIGNIFICATO DELLA MALATTIA PER GESÙ?

«Per Gesù la malattia è una condizione di debolezza e squilibrio che richiede tanta fede per guarire: (…)Gesù lo dice chiaro: la malattia nasce da dentro l’uomo, è una forma di inquinamento di pensiero e azione. Sono i cattivi pensieri che inquinano l’uomo: invidia, impudicizia, ira. «Dal cuore, infatti, provengono propositi malvagi, omicidi, adultèri, impurità, furti, false testimonianze, calunnie». (…)La malattia ha quindi uno scopo, ci può essere d’aiuto in qualcosa: se imparassimo a guardare con occhi diversi la malattia, un dispiacere, un contrattempo, potremmo capire cosa quella situazione ci vuole insegnare. Ma come facciamo a capire? Quando abbiamo una di queste difficoltà, chiediamoci: «Che scopo può avere nella mia vita?». Spesso non capiamo subito, ma con pazienza e umiltà, quando saremo pronti, lo capiremo. E allora faremo ulteriori passi. La malattia può essere un segno».

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.