Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 30 Gennaio |
Santa Giacinta Marescotti
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

15 frasi da dire a vostro figlio quando ha paura ed è in preda all’ansia

fear – children – anxiety

shutterstock

Valerio Evangelista - Aleteia - pubblicato il 07/07/16

Prima o poi ogni bambino prova ansia e paura. È normale. Ci siamo passati tutti, che siano stati i fantomatici mostri sotto al letto a spaventarci, gli alieni alla finestra oppure il cane del vicino che di notte non smette di abbaiare.

A volte noi adulti potremmo considerare bizzarri i motivi del loro smarrimento, ma per i bambini anche dei piccoli timori possono risultare incontrollabili. Non tutti hanno paura delle stesse cose, e ciò che può spaventare un bambino potrebbe lasciare indifferente un altro bambino.

Una ricerca di KidsHealth ha provato a fare luce su ciò che spaventa di più i bambini. E diversi degli interpellati hanno dichiarato di essere suscettibili a cose alquanto originali. Rachel, di 11 anni, è una di loro. Ha una paura spropositata per qualcosa di molto concreto: le meduse giganti che vivono in alcune zone costiere dell’Australia. “Sono più grandi delle persone e i loro pungiglioni enormi possono uccidere qualcuno in 3 secondi” ha detto Rachel.

Ma la maggior parte dei bambini intervistati ha detto di aver paura del buio. Come l’11enne Tommy, che teme le tenebre “perché un ladro potrebbe entrare in casa”, o il piccolo William, che ha paura che streghe e lupi mannari possano intrufolarsi nella sua stanza. La ricerca ha mostrato che le paure più diffuse tra i bambini sono legate a determinati film (che non dovrebbero vedere), a incubi, ad eventi atmosferici (temporali, uragani, terremoti), alle notizie di guerra e terrorismo del telegiornale (lettura consigliata: “Come spiegare il terrorismo ai bambini“) e ai suoni che ascoltano di notte.

Pregare per i bambini e con i bambini (leggete queste 27 potentissime preghiere da recitare con loro) è sicuramente un ottimo modo di affrontare il problema. È inoltre fondamentale fornire quante più informazioni possibile sulla causa delle paure. Crescendo, i bambini comprenderanno che è importante esercitare una netta distinzione tra ciò che è reale e ciò che non lo è. William capirà che è la sua immaginazione a creare la paura verso streghe e lupi mannari, e potrà dire a se stesso: “Un momento, non esiste niente di tutto ciò! Non ha senso preoccuparmi di loro!”

“E quando le paure hanno a che fare con qualcosa di concreto?”, potreste chiedervi. In questo caso dovete assicurarvi di fare tutto ciò che potete per evitare il pericolo. Se il vostro piccolo ha paura dei ladri, chiudete la porta a chiave prima di andare a dormire, e fatelo insieme a lui. Si sentirà ancora più sicuro. E se invece vostra figlia ha paura, come Rachel, delle meduse giganti o di qualche altro animale pericoloso, ditele che sebbene faccia bene a essere accorta e scaltra nel voler evitare i pericoli, non è necessario vivere nel terrore. Le meduse vivono nell’oceano, e lì resteranno.

Se non siamo noi ad aiutarli a gestire adeguatamente le proprie paure, queste condizioneranno il loro comportamento, i loro sentimenti e il loro modo di pensare, rischiando di svilupparsi un giorno in delle vere e proprie fobie.

È importante far sentire i bambini al sicuro, tranquillizzarli, mostrare loro comprensione e disponibilità. Una cosa che non dovete assolutamente fare in questi casi è prendere alla leggera le loro paure.


LEGGI ANCHE: Le sette frasi da non dire ai tuoi figli


L’idea che degli alieni viaggino milioni di km affrontando meteoriti e buchi neri soltanto per rapire il nostro cucciolo (e poi percorrere la strada al contrario verso la loro base) potrebbe farci sorridere. Ma, evidentemente, non fa sorridere nostro figlio. Non dobbiamo riderci sopra, né trattarla come una sciocchezza.

Abbiamo pensato ad alcune frasi (ispirati da questo articolo di BrightSide) che potreste dire loro per aiutarli ad affrontare il problema in modo sano e costruttivo:

1. “Puoi disegnarlo?”

Le attività creative (e in particolar modo il disegno) aiutano i bambini a spiegare le proprie paure quando non riescono a usare le parole, e li portano a scaricare la tensione.

 2. “Facciamo una passeggiata?”

L’esercizio fisico aiuta a sciogliere la tensione e a rasserenare gli animi. La passeggiata può essere anche sostituita da un’altra attività fisica leggera.

3. “Sali un altro gradino”

Se vostra figlia ha paura delle scale, prendetele la mano, ma prima spronatela a fare un gradino in più da sola. Superare gradualmente i propri limiti e acquisire più fiducia in se stessi aiuta a vincere le proprie paure.

stairs-man-person-walking-large
pexels.com

4. “Approfondiamo la cosa”

La chiave è la conoscenza. Sapere è potere. Dite a vostro figlio di provare a capire di più le proprie paure e di chiedervi quante più cose vogliano sapere a riguardo.

5. “Voglio ascoltarti. Puoi dirmi ogni cosa che ti spaventa? Prima però conta fino a 120”

Sapere aspettare prima di esternare le proprie sensazioni aiuta a incanalare la tensione. Affrontare i problemi con calma, senza ansia e fretta, è fondamentale per sbrigliare i crucci che assalgono i vostri figli.

6. “Anche io a volte ho paura e sono in ansia”

Mostrate ai vostri figli che, a volte, è normale avere paura. Dite loro cosa fate voi per superare le difficoltà e i momenti di ansia (consigliamo a proposito l’articolo “10 modi per superare paura e ansia“).

7. “Scrivi una lista di tutto ciò che ti piace”

La paura può letteralmente bloccare la mente delle persone, spingendole a pensare che ogni cosa sia andata per il verso sbagliato. Incoraggiate i vostri figli a concentrarsi su tutto ciò che li rende felici e acquisiranno l’elasticità mentale necessaria per affrontare i problemi.

child - girl - happy - write -
shutterstock

8. “Non sei da solo. Lo affronteremo insieme”

I bambini hanno bisogno di comprendere che non sono da soli nell’affrontare i propri giganti. Voi siete dalla loro parte. Agite e parlate in modo da mostrare loro la vostra vicinanza.

9. “Non devi vergognarti”

A volte va bene preoccuparsi e non c’è nulla di sbagliato nei vostri figli. Fate capire loro di non vergognarsi dei propri sentimenti. Avere paura ed ansia, a volte, è normale. Quello che è importante sottolineare è che la cosa sbagliata è farsi dominare dalla paura.

10. “Come descriveresti questa situazione se riguardasse un’altra persona?”

I bambini, soprattutto quelli un po’ più grandi, possono provare a valutare la gravità della situazione da un’altra prospettiva. Immaginando che il problema non sia loro, potrebbero riuscire a guardarlo diversamente e capire che ciò che li spaventa non è poi così tremendo.

11. “Fa’ una lista di tutte le persone che ti vogliono bene”

L’amore resta il modo migliore attraverso il quale superare ansia e paura. Ricordare che ci sono tante persone che hanno a cuore il proprio bene aiuta i bambini a concentrarsi sul senso di protezione e di sicurezza di chi li circonda.

child  happy water
unsplash.com

12. “Sono comunque fiero di te”

La vulnerabilità porta i bambini a pensare di non aver raggiunto le vostre aspettative. E questo dà vita a un circolo vizioso di ansia e frustrazione. Mostrate loro che avete tante ragioni per essere fieri di loro (ecco un meraviglioso articolo su come educare i figli al successo).

 13. “Ti voglio bene, e sei al sicuro”

L’ansia porta i bambini a sentirsi in pericolo. Ribadire l’ovvio – cioè che voi li amate e che con voi sono al sicuro – è un ottimo modo per alleviare la tensione. Dite che li amate e abbracciateli. E fatelo sinceramente.


LEGGI ANCHE: 52 cose positive che ogni bambino dovrebbe sentirsi dire dai genitori

Tags:
ansiaeducazionefigliPaure
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni