Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

Piccolo codice del cavaliere del XXI secolo

© Masson / Shutterstock
Condividi
Commenta

Risuscitare un codice di cavalleria medievale per far nascere un nuovo spirito cavalleresco

Come sarebbe un cavaliere se vivesse nei tempi moderni? Per rispondere a questa domanda, Aleteia ha aggiornato un antico codice di cavalleria in vigore nel XII secolo.

Questi “dieci comandamenti”, a immagine del decalogo della Chiesa cattolica, dettavano la condotta dei cavalieri desiderosi di coltivare le sante virtù e volevano risvegliare in loro i sentimenti più nobili.

Visto che rispondeva a problematiche medievali, un codice di questo tipo potrebbe sembrare a prima vista inappropriato per l’epoca moderna… o no?

Alcuni cattolici “di oggi” hanno rivisto e aggiornato per voi i precetti di questo codice, dalla cui ispirazione la nostra società moderna trarrebbe grande giovamento. Facciamo nascere insieme un nuovo spirito cavalleresco!

I – Crederai in tutto ciò che insegna la Chiesa e osserverai tutti i suoi comandamenti.

Unito in se stesso, unito agli altri, unito alla Chiesa, unito a Cristo, il cavaliere è allora consapevole di poter spostare le montagne.

II – Proteggerai la Chiesa

Un cavaliere sarà capace di difendere la Chiesa da minacce fisiche e arriverà a farlo anche con la santità della propria vita.

III – Mostrerai rispetto per i più deboli e ti costituirai loro difensore

Riconoscere anche il debole come figlio di Dio, come lo riconosce Cristo, è il cammino che deve seguire un cavaliere.

IV – Amerai il Paese in cui sei nato

Come cavaliere cristiano, devi mettere la tua vita sotto la benedizione di Dio, e quindi amare il Paese e l’epoca che ti hanno visto nascere.

V – Non indietreggerai davanti a un nemico

La salvezza di un re non risiede nel suo esercito, né la vittoria di un guerriero nella sua forza.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni