Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Vatileaks 2, le difese chiedono l’assoluzione per Vallejo Balda e Chaoqui

Condividi

Dopo la requisitoria e le richieste di condanna da parte del promotore di giustizia vaticano nella giornata di ieri, oggi hanno preso la parola gli avvocati difensori; in particolare si sono svolte le arringhe dell’avvocato Emanuela Ballardini per la difesa di Vallejo Balda e Laura Sgrò per la Chaoqui. L’arringa in favore di Vallejo si è conclusa – informa una nota del direttore della Sala stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi – «con la richiesta – in prima istanza – di assoluzione con formula piena da tutte le imputazioni, o – in subordine – di assoluzione dal reato di associazione a delinquere perché il fatto non sussiste e di assoluzione per insufficienza di prove dal reato di divulgazione di documenti riservati in concorso, o – in ulteriore subordine – di assoluzione dal reato di associazione a delinquere perché il fatto non sussiste e del minimo della pena, con attenuanti, per il reato di divulgazione di documenti riservati in concorso». «È seguita l’arringa – riferisce ancora la nota – dell’avvocato Laura Sgrò, per la difesa dell’imputato Francesca Immacolata Chaouqui, che si è conclusa con la domanda di assoluzione con la formula più ampia da tutti i capi di imputazione». 

L’udienza di oggi è cominciata alle 9,30, presso l’aula del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano dove sta proseguendo la fase conclusiva del processo in corso per la divulgazione di notizie e documenti riservati. Erano presenti, oltre al collegio giudicante (Giuseppe Dalla Torre, Piero Antonio Bonnet, Paolo Papanti-Pellettier e Venerando Marano) e al promotore di Giustizia (Gian Piero Milano e Roberto Zannotti), gli imputati: Lucio Ángel Vallejo Balda, Francesca Immacolata Chaouqui e Nicola Maio, mentre erano assenti gli imputati Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi. Erano presenti tutti e cinque gli avvocati: Emanuela Bellardini, Laura Sgrò, Rita Claudia Baffioni, Lucia Teresa Musso e Roberto Palombi. 

Nel corso dell’udienza di ieri, l’accusa aveva svolto la requisitoria conclusasi con una serie di richieste di condanna per quattro imputati e di un’assoluzione. Nello specifico il promotore di giustizia aveva chiesto le seguenti pene: tre anni e un mese per monsignor Lucio Angel Vallejo Balda; tre anni e nove mesi per Francesca Immacolata Chaouqui; un anno e un mese per Nicola Maio; un anno per il giornalista Gianluigi Nuzzi (autore del volume Via Crucis). Veniva invece chiesta l’assoluzione per insufficienza di prove per il secondo giornalista imputato, Emiliano Fittipaldi. Gli interventi degli altri avvocati difensori continueranno domani pomeriggio, mercoledì, alle 15,30. 

A questo punto la sentenza, inizialmente ipotizzata per domani, dovrebbe slittare a una successiva udienza, forse nella giornata di giovedì.  

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni