Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Luglio |
Sant'Ignazio di Loyola
home iconStile di vita
line break icon

Quali sono le caratteristiche delle persone laboriose?

StartupStockPhotos

Encuentra.com - pubblicato il 01/07/16

Come lavorare con ordine, sfruttare meglio il tempo ed essere sempre disponibili a svolgere qualsiasi attività

Qualunque persona in costante attività produttiva richiama l’attenzione per il suo dinamismo, l’ingegno per trovarsi un’occupazione e l’impegno per far bene le cose. Questa inquietudine tanto evidente non è altro che il valore della laboriosità applicato alla vita quotidiana, che significa svolgere con attenzione e impegno i compiti e i doveri propri delle nostre circostanze personali.

La persona laboriosa ha varie caratteristiche:

– Dedizione speciale per svolgere qualsiasi attività o lavoro con la maggior perfezione possibile e concluderlo nel tempo previsto.

– Fare cose di cui beneficino gli altri nella loro persona o nei loro beni, a casa, in ufficio o a scuola.

– Organizzazione del tempo per mantenere un equilibrio tra il riposo e l’attività, evitando l’ozio e la pigrizia o l’attivismo.

– Anche se la loro disposizione al lavoro è continua, le persone laboriose evitano di riempirsi di attività per rispettare adeguatamente tutti i loro impegni.

Ora che abbiamo ricordato gli antecedenti del valore della laboriosità, è bene rivedere un momento i nostri atteggiamenti e la nostra disposizione a viverlo:

– So approfittare de tempo e lavorare con intensità evitando le distrazioni volontarie?

– Cerco di portare a termine i miei lavori curando i dettagli a livello di presentazione, qualità e consegna?

– Metto tutto lo sforzo e tutta la dedizione nei miei compiti, anche se non mi piacciono?

– Cosa faccio quando mi avanza del tempo? Mi informo, leggo, studio o aiuto gli altri o cerco qualche attività creativa che richieda minore sforzo intellettuale o fisico?

– Utilizzo il lavoro o lo studio come scusa per evitare altri doveri o i compiti in casa?

– Organizzo il mio tempo, le mie attività e gli elementi materiali di ogni giorno?

– Riposo abbastanza per recuperare, senza cadere nella pigrizia e nell’ozio?

Per rendere la laboriosità un valore costante nella nostra vita, possiamo prendere come punti di partenza questi suggerimenti:

– Iniziare e finire di lavorare all’ora prevista.

– Terminare in modo ordinato e in base all’importanza tutto ciò che abbiamo iniziato: incarichi, lavori, riparazioni…

– Evitare di lasciare incomplete le cose, a meno che non si verifichi un imprevisto o un impedimento grave.

– Rispettare tutti i nostri doveri, anche se non ci piaccono o richiedono un po’ più di sforzo.

– Ordinare il nostro materiale e la nostra équipe di lavoro prima di iniziare qualsiasi attività, di modo da evitare distrazioni.

– Scoprire il motivo per cui non ci basta il tempo: mancanza di organizzazione, conversazioni superficiali, troppe attività, pretesti per stare fuori dal proprio posto…

– Non limitarsi a svolgere il nostro lavoro. Cercare di collaborare con chi ci circonda al lavoro, a scuola, tra familiari e amici.

– Cercare di far sì che la pulizia e l’ordine siano il tratto caratteristico dei nostri doveri.

– Stabilire un orario e un’agenda di attività in casa: includere studio, riposo, tempo da dedicare agli hobby, convivenza familiare e compiti o incarichi domestici.

– In casa aiutare i figli o i fratelli a fare i compiti, mettere l’olio alla porta che cigola, ordinare i vostri vestiti… C’è sempre tanto da fare.

– Stabilire un orario per andare a dormire che ci permetta di riposare a dovere. Forse la televisione, la lettura, il divertimento ecc. ne risentiranno, ma è uno sforzo che vale la pena di compiere.

Tenendoci costantemente attivi, acquisiamo una maggiore capacità di sforzarci, diventiamo più responsabili e viviamo in modo ordinato, consapevoli che la laboriosità non è un valore da sfoggiare in una vetrina, ma un mezzo per essere più produttivi, efficienti e partecipativi in ogni luogo.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
7
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni