Aleteia
giovedì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
vaticano notizie

Il Papa dopo l’attentato di Istanbul: Dio sostenga la pace

Vatican Insider - pubblicato il 29/06/16

Il Papa ha pregato per la pace dopo l’attentato che ha colpito ieri sera la Turchia. «Cari fratelli e sorelle, ieri sera, a Istanbul, è stato compiuto un efferato attacco terroristico, che ha ucciso e ferito molte persone. Preghiamo per le vittime, per i familiari e per il caro popolo turco. Il Signore converta i cuori dei violenti e sostenga i nostri passi sulla via della pace», ha detto il Pontefice a conclusione dell’Angelus per la solennità dei Santi Pietro e Parolo. «Preghiamo tutti in silenzio», ha detto Francesco, che ha poi recitato una Ave Maria insieme ai fedeli presenti in piazza San Pietro.

Prima della preghiera mariana il Papa ha parlato ai fedeli della odierna solennità dei santi patroni di Roma: «Sulla fede di questi due Apostoli – ha detto Francesco affacciato alla finestra del suo studio – si fonda la Chiesa di Roma, che da sempre li venera come patroni. Tuttavia, è l’intera Chiesa universale che guarda ad essi con ammirazione, considerandoli due colonne e due grandi luci che brillano non solo nel cielo di Roma, ma nel cuore dei credenti di Oriente e Occidente. Nel racconto della missione degli Apostoli – ha proseguito Francesco – il Vangelo ci dice che Gesù li inviò a due a due. In un certo senso anche Pietro e Paolo, dalla Terra Santa, furono mandati fino a Roma per predicare il Vangelo. Erano due uomini molto diversi l’uno dall’altro: Pietro un “umile pescatore”, Paolo “maestro e dottore”, come recita la liturgia di oggi. Ma se qui a Roma conosciamo Gesù, e se la fede cristiana è parte viva e fondamentale del patrimonio spirituale e della cultura di questo territorio, lo si deve al coraggio apostolico di questi due figli del Vicino Oriente. Essi, per amore di Cristo, lasciarono la loro patria e, incuranti delle difficoltà del lungo viaggio e dei rischi e delle diffidenze che avrebbero incontrato, approdarono a Roma. Qui si fecero annunciatori e testimoni del Vangelo tra la gente, e suggellarono col martirio la loro missione di fede e di carità. Pietro e Paolo oggi ritornano idealmente tra di noi, ripercorrono le strade di questa città, bussano alla porta delle nostre case, ma soprattutto dei nostri cuori. Vogliono portare ancora una volta Gesù, il suo amore misericordioso, la sua consolazione, la sua pace. Ne abbiamo tanto bisogno di questo! Accogliamo il loro messaggio! Facciamo tesoro della loro testimonianza! La fede schietta e salda di Pietro, il cuore grande e universale di Paolo ci aiuteranno ad essere cristiani gioiosi, fedeli al Vangelo e aperti all’incontro con tutti». Dopo aver ricordato la messa mattutina in San Pietro, dove, alla presenza di una delegazione del Patriarca ecumenico di Costantinopoli, «il carissimo fratello Bartolomeo», ha benedetto i palli dei nuovi arcivescovi metropoliti nominati quest’anno, il Papa ha detto: «Alla Vergine Maria, Salus Populi Romani, affidiamo oggi il mondo intero, e in particolare questa città di Roma, perché – ha sottolineato – possa trovare sempre nei valori spirituali e morali di cui è ricca il fondamento della sua vita sociale e della sua missione in Italia, in Europa e nel mondo».

Conclusa la preghiera dell’Angelus Francesco, dopo aver pregato per le vittime dell’attentato di Isranbul, ha ricordato la Conferenza Internazionale sugli investimenti responsabili a impatto sociale, che si è svolta in questi giorni promossa dal pontificio consiglio per la Giustizia e la Pace e dal Catholic Relief Service, intitolata «Fare dell’Anno della Misericordia un anno di impatto per i poveri»: «Possano – ha detto Francesco – gli investimenti privati, unitamente a quelli pubblici, favorire il superamento della povertà di tante persone emarginate».

Il Papa ha concluso salutando prima i fedeli provenienti da varie parti del mondo, comprese Spagna, Ucraina e Cina, e poi rivolgendo un saluto particolare, nel giorno dei patroni della città, ai fedeli di Roma: «Per tale ricorrenza – ha ricordato il Papa – la Pro Loco di Roma ha promosso la tradizionale Infiorata, realizzata da diversi artisti e dai volontari del Servizio Civile. Grazie per questa iniziativa e per le belle rappresentazioni floreali! E desidero ricordare anche lo spettacolo pirotecnico che avrà luogo stasera a Piazza del Popolo, il cui ricavato andrà a sostegno di opere di carità in Terra Santa e nei Paesi del Medio Oriente».

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha ...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni