Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 09 Dicembre |
San Juan Diego Cuauhtlatoatzin
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Cinque passaggi per ritrovare la propria identità

Pixabay.com/Public Domain/ © RyanMcGuire

don Fabrizio Centofanti - pubblicato il 28/06/16


3) Prendere coscienza degli ostacoli
Fermandomi, mi rendo conto che la vita profonda è ingombra di ostacoli: paure, desideri devianti, complessi e sensi di colpa, tendenze pessimistiche o idealistiche, pressioni di una società sempre più condizionante. La presa di coscienza di tali impedimenti è un passo essenziale per procedere verso la propria verità.
image8

4) Scegliere di liberarsene
È a questo punto che è richiesta una scelta esplicita e definitiva: la presa di coscienza non è sufficiente per cambiare. Quando il cieco si presenta a Gesù, Lui gli domanda: cosa vuoi che ti faccia? Sembra un dettaglio inopportuno: cosa può volere quel povero cieco, se non essere liberato dal suo handicap? Ma il Signore sa che la richiesta deve partire dal profondo, che non sempre vogliamo essere guariti veramente. Per questo fa appello a tutta la persona, perché si orienti a una scelta irrevocabile.

image9

5) Scoprire e vivere l’Archetipo
Siamo giunti, così, all’ultima tappa del percorso: riconosciuta l’esistenza di una dimensione più profonda, scoperti e affrontati – nella preghiera, la meditazione ed il silenzio – gli ostacoli che si frappongono alla crescita, operata la scelta di guarire, siamo pronti per accedere all’archetipo, la nostra identità profonda, quella che non può essere violata da niente e da nessuno, nemmeno da noi stessi. Jung ha identificato con Cristo l’Archetipo del Sé. Per questo San Paolo può dire: “non sono più io che vivo, ma è Cristo che vive in me”. Dal profondo emerge la realtà che ci identifica e ci supera nello stesso tempo. È lì che siamo noi stessi, veramente.

image10

Link all’articolo originale:Cinque passaggi per ritrovare la propria identità

  • 1
  • 2
Tags:
benesseredesiderioidentitàpeccatopreghierasuccesso
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni