Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 03 Marzo |
Sant'Agnese di Boemia
home iconStile di vita
line break icon

Cinque passaggi per ritrovare la propria identità

Pixabay.com/Public Domain/ © RyanMcGuire

don Fabrizio Centofanti - pubblicato il 28/06/16

1) Riconoscere di vivere superficialmente
Il corpo, la psiche hanno un carattere d’immediatezza. I bisogni corporali e fisici richiederebbero, di per sé, una soddisfazione subitanea e spesso, in effetti, ci sorprendiamo ad essere impazienti, frenetici, ansiosi di espletare al più presto necessità e desideri. Questa tendenza, nell’ambito del nostro credo, è un campo fertile di peccati e trasgressioni: basti pensare, al riguardo, a vizi come la gola o la lussuria. Ammettere che tutto ciò coincide con una dimensione superficiale e insufficiente dell’essere umano è un primo passo verso la scoperta del proprio vero io.

image6

2) Chi si ferma è salvato
La vita ci costringe spesso a ritmi frenetici; inseguiamo gli obbiettivi più diversi: il successo, il benessere, la conquista di amicizie più o meno interessate, e spesso virtuali. Alcune espressioni proverbiali esprimono bene questa corsa affannata verso mete o beni spesso presunti: “il tempo è denaro”, “chi si ferma è perduto”. Se vogliamo interrompere gli effetti di questo ingranaggio perverso, dobbiamo credere nell’esatto contrario: chi si ferma è salvato. Solo se ho il coraggio di arrestare la corsa pazza e insensata, scendendo più in profondità, posso progredire nella mia ricerca.

image7

LEGGI ANCHE:5 criteri per distinguere la vera spiritualità cristiana

  • 1
  • 2
Tags:
benesseredesiderioidentitàpeccatopreghierasuccesso
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
4
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
7
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni