Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconSpiritualità
line break icon

6 lezioni di vita che ho appreso dal Cammino di Santiago

Catholic Link - pubblicato il 20/06/16

3. Nel mondo esistono persone davvero buone e affamate di verità

rafael

Il Cammino deve essere vissuto con l’approccio di incontrare l’altro. Naturalmente ho trascorso dei momenti di preghiera e di riflessione personale, ma ho avuto anche momenti di conversazione con gli altri pellegrini (senza alcuna pianificazione). Momenti per conoscerli, per farmi conoscere, per condividere la vita. È stato davvero gratificante incontrare persone di qualsiasi età e provenienza – che non avrei mai pensato di conoscere – e condividere con loro le cose più quotidiane. E comprendere che nel mondo ci sono davvero delle persone dal cuore d’oro, che cercano Dio (a volte senza neanche rendersene conto) e che vogliono cose buone e autentiche per la propria vita. Nonostante le differenze culturali che possano esistere.


4. L’allegria della vita in Cristo porta il prossimo a porsi delle domande

alegria©hostalmexico.com

In questa dinamica di incontro continuo con l’altro, dal momento che sono stato me stesso, ho notato che c’è qualcosa che viene accolto sempre positivamente: l’allegria che viene da Dio. Spinge gli altri a mettersi in discussione, trasforma la vita delle persone. Quando abbiamo la consapevolezza che Dio vive nel nostro cuore, e non permettiamo a noi stessi di offuscare questa presenza, emaniamo felicità. E quest’allegria contagia gli altri, che si porranno delle domande e si metteranno in discussione. Ne nasceranno relazioni di amicizia solide e durature.


5. Pregare per gli altri ti fa sentire più unito a loro

MISA©4.bp.blogspot.com

Durante il mio pellegrinaggio ho avuto anche l’opportunità di intercedere per molte persone, di offrire la mia preghiera al Signore e di frequentare la Messa quotidiana nei vari villaggi in cui mi sono trovato. Ho pregato per gli amici, per i miei parenti e persino per gli sconosciuti che ho incontrato durante il Cammino. Pregare per i loro sogni, per i loro obiettivi e per le situazioni che li preoccupavano è stata un’esperienza straordinaria, perché mi sono sentito più vicino a tutti loro.


6. Dio parla costantemente attraverso la Creazione

caminosantiago©aninaanyway.com

E ultimo, ma non di importanza, il contatto con la Creazione. Ho visto paesaggi mozzafiato, pieni di colore e di vita. La meraviglia che ho visto non ha fatto altro che rimettermi ancora di più nelle braccia del Creatore, ringraziandolo per avermi dato l’immensa grazia di trovarmi lì, ad ammirare l’opera della Sua mano.  Dio ci continua a chiamare, giorno dopo giorno, attraverso le meraviglie della natura. E questo è un motivo per cui glorificarlo e ringraziarlo di ogni cosa che abbiamo.

«La stanchezza dell’andare, la varietà dei paesaggi, l’incontro con persone di altra nazionalità, li aprono a ciò che di più profondo e comune ci unisce agli uomini: esseri in ricerca, esseri che hanno bisogno di verità e di bellezza, di un’esperienza di grazia, di carità e di pace, di perdono e di redenzione. E nel più nascosto di tutti questi uomini risuona la presenza di Dio e l’azione dello Spirito Santo. Sì, ogni uomo che fa silenzio dentro di sé e prende le distanze dalle brame, desideri e faccende immediati, l’uomo che prega, Dio lo illumina affinché lo incontri e riconosca Cristo. Chi compie il pellegrinaggio a Santiago, in fondo, lo fa per incontrarsi soprattutto con Dio» (Papa Benedetto XVI, durante la Messa in occasione dell’Anno Santo Compostelano in Plaza del Obradoiro, Santiago de Compostela – 6 novembre 2010).

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

  • 1
  • 2
Tags:
cammino di santiagovita cristiana
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni