Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 23 Settembre |
San Pio da Pietrelcina
home iconCultura
line break icon

Elogio dell’eutanasia? Una prospettiva diversa sul film “Io prima di te”

Andra Day - pubblicato il 16/06/16

Rise Up

Sei stanco e a pezzi, e non riesci a trovare il guerriero che è in te. Ma io lo vedo, e lo faremo uscire fuori. Sposteremo le montagne

Dopo la prima del film “Io prima di te” (“Me before you”), sembra che quasi tutti abbiano qualcosa da dire a riguardo. Molti cristiani hanno reagito con rabbia, dicono che il film esalti l’eutanasia. In un meraviglioso articolo pubblicato su Aleteia, l’11enne Ella Frech – che attualmente è la skater su sedie a rotelle numero due al mondo – pone la domanda: “Cara Hollywood, perché mi vuoi morta?”

Altri, pur apprezzando l’approccio di Frech verso la vita, hanno ricordato che situazioni come quelle del film esistono eccome. Queste persone – come ad esempio Dovie Eisner, nata con una malattia neuromuscolare – elogiano il film perché fa luce su queste situazioni.

Oggi vogliamo proporvi il video musicale di “Rise up” (canzone di Andra Day, nominata al Grammy), girato da M. Night Shyamalan (conosciuto per film come “Il sesto senso” e “Signs”, tra molti altri). Il video è una giusta via di mezzo tra le due posizioni. Non dipinge le disabilità (quali ad esempio la paralisi) come un qualcosa di roseo. E lo fa raccontando di una coppia che si prepara per uscire insieme, mostrando la realtà che si vive quando uno dei due è disabile. Potete vedere il dolore che a volte è nei loro occhi, ma anche la loro gioia.

Il messaggio del video? L’amore conquista ogni cosa. Non fa scomparire le montagne, ma dà la forza per superarle.

Quale pensate sia la risposta migliore al film “Io prima di te”? Scrivetelo nei commenti. 

Per restare aggiornati sui vostri artisti preferiti e per scoprire nuova musica ogni giorno, seguite Cecilia su Facebook.

Libby Reichert

Tags:
amoreCeciliaeutanasiaispirazionemusicasperanza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni