Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

10 fatti straordinari nella storia delle Giornate Mondiali della Gioventù

Condividi

Da Buenos Aires a Manila, da Toronto a Rio, protagonisti i giovani e tre pontefici

5) 36 KM DI CATENA UMANA

A Parigi è il 23 agosto del 1997. Dal centro della capitale francese oltre 300mila ragazzi si mettono in marcia verso l’ippodromo di Longchamp che in serata ospiterà uno degli incontri con Papa Giovanni Paolo II. Non senza prima aver formato, mano nella mano, una gigantesca catena umana che stringe la città in un abbraccio lungo ben 36 chilometri!

6) I PAPABOYS

Nel 2000, in occasione del Giubileo, la Gmg si sposta a Roma. Due milioni di giovani gremiscono la Capitale nella settimana della Festa dell’Assunta. Per la prima volta il protocollo della Gmg va in “tilt”. Fin dalle prime luci del 16 agosto un multicolore e ordinato “serpentone” di giovani percorre via della Conciliazione, attraversa piazza San Pietro e varca la Porta Santa per visitare la tomba del primo papa. I “papaboys” – vengono ribattezzati così le decine di migliaia di giovani che compiono il pellegrinaggio – suscitano interrogativi tra media e giornalisti, con il loro stile così diverso da molti da loro coetanei.

7) “FITNESS DELLO SPIRITO”

Siamo a Toronto, nella Gmg del 2002. Il Coronation Park, sulle rive del lago Ontario, ospita centinaia di alberi piantati nel 1937 per ricordare i caduti canadesi nella prima guerra mondiale, ma per un giorno diventa il luogo più grande al mondo in cui si celebrano il rito della Riconciliazione. Una fila interminabile di giovani in cerca di pace, perdono, riconciliazione con Dio e se stessi. Tanti sacerdoti in abito bianco e stola di colore che confessano in tutte le lingue del mondo. E tra loro… gente che fa jogging come ogni giorno e li guarda con aria un po’ stranita ma sorridente. Per loro tenersi in forma coincide con l’attività fisica, per i giovani della Gmg potremmo dire che il fitness è quello spirito.

8) I MOSAICI COMPUTERIZZATI DI DUE PAPI

La Gmg del 2005 a Colonia si ricorda come quella dei 2 papi. Davanti all’imponente duomo gotico con le sue torri, che domina il centro cittadino, vengono predisposti due enormi ritratti di papa Wojtyla (scomparso da pochi mesi) e Papa Ratzinger. Ma non sono ritratti qualsiasi, in realtà sono mosaici computerizzati, le cui tessere sono foto di giovani inviate da tutto il mondo. Il volto dei due pontefici è la somma dei volti deg i giovani, in una trasposizione dai mille significati metaforici e reali, che tutti comprendono al volo.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni