Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Abbiamo pregato per 3860 giorni… e Dio ci ha risposto

Condividi

I figli arrivano non secondo i nostri piani, ma nel tempo di Dio

Il 29 febbraio di quest’anno, un medico esperto di fertilità ci ha presentato quattro motivi per i quali non potevamo avere figli naturalmente. L’unica opzione possibile, secondo l’esperto, era la fecondazione in vitro, ipotesi che abbiamo scartato immediatamente per via delle nostre convinzioni, visto che queste tecniche, che provocano una dissociazione della paternità per intervento di una persona estranea ai coniugi (donazione di sperma o dell’ovulo, utero in affitto), sono gravemente disoneste.

Queste tecniche (inseminazione e fecondazione artificiali eterologhe) ledono il diritto del bambino di nascere da un padre e una madre a lui noti e legati tra loro dal matrimonio, e “tradiscono il diritto esclusivo [degli sposi] a diventare padre e madre soltanto l’uno attraverso l’altro” (Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 2376).

Il 24 marzo, alla vigilia dell’inizio del Triduo Pasquale, dopo aver pregato per 3860 giorni, servendo come sposi nell’ufficio per la pastorale familiare ispanica della diocesi di Raleigh, elaborando, sviluppando e implementando progetti a livello di corsi prematrimoniali, incontri di coppia, scuola di genitori, programmi di educazione sessuale per genitori, metodi di pianificazione familiare naturale e cicli di catechesi per le famiglie, Dio ci ha risposto… Thomas Cardona­-Blanco è vivo e si sta formando nel grembo di mia moglie da 14 settimane.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.