Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 31 Gennaio |
San Giovanni Bosco
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Ballerina di 17 anni morta forse a causa di un anticoncezionale

bailarina4

@Cavendish Press

Notifam - pubblicato il 07/06/16

Una giovane rumena è morta per ictus cerebrale. Per i medici il motivo potrebbe essere l'uso di contraccettivi orali

Maria Santa, una ballerina sana e di talento di 17 anni originaria della Romania, è morta inaspettatamente per via di un ictus che i medici ritengono provocato dall’uso di contraccettivi orali.

Maria, che studiava in Inghilterra, dove aveva conseguito una borsa di studio presso la famosa Northern Ballet School di Manchester, si è recata al pronto soccorso lamentando forti dolori alla testa, ha spiegato il padre, Robert Santa. Non è stato eseguito alcun esame per verificare cosa ci fosse che non andava, e Maria è stata rimandata a casa con degli antibiotici.

Le condizioni della ragazza, però, sono peggiorate giorno dopo giorno, ha riferito il padre. Neanche una seconda visita medica è stata di aiuto.

Maria ha iniziato a vomitare ogni ora, senza ingerire né bere nulla. Recatasi per la terza volta al pronto soccorso, ha detto che aveva difficoltà a rimanere in piedi e anche a sedersi; si sentiva solo di stare sdraiata. Le sono state date nuovamente delle pillole, e la ragazza è stata rispedita a casa.

Due giorni dopo, l’11 novembre scorso, Maria ha detto che le sembrava che la testa le stesse esplodendo e che non riusciva a sentire la gamba destra. È stata portata in ospedale in ambulanza.

ad_203571707

@Cavendish

Il signor Santa ha riferito che quando il medico è arrivato nella stanza di Maria la ragazza “riusciva a parlare, ma quando è tornato e le ha chiesto dove fosse localizzato il dolore nella testa lei non riusciva più a dire niente”.

“Il medico ci ha detto di non preoccuparci, perché era stanca. Non parlava più, e aveva bisogno di aiuto per fare qualsiasi cosa”. Maria è stata portata d’urgenza all’Ospedale Salford Royal, ma non ha ripreso conoscenza. È morta due giorni dopo. Il medico che ha assistito Maria in ospedale, il dottor Jonathan Greenbaum, ha dichiarato che “era una donna sana e giovane, l’unico fattore di rischio era l’uso di pillole anticoncezionali”.

Il medico ha spiegato che il rischio di un ictus con l’uso di contraccettivi orali è “molto basso, ma se si prende la pillola il rischio aumenta”. Identificare un rischio medico è difficile, ha ammesso, “perché è molto raro e i sintomi possono non essere specifici”.

ad_203571706-e1461137164505
@Cavendish

@Cavendish

Quello di Maria, ha affermato il medico, è stato “solo un caso di infortunio e sfortuna”.

“Nella Greater Manchester direi che questo problema interessa tre o quattro pazienti all’anno”, ha stimato il dottor Greenbaum.

Il dottor Piyali Pal, patologo, ha detto che la causa della morte di Maria sono stati dei coaguli nel cervello.

“Le cause potrebbero essere disidratazione, denutrizione, un problema di coagulazione sanguigna o l’utilizzo di pillole contraccettive. Non c’era una causa patologica soggiacente. È molto raro che una cosa del genere accada a qualcuno così giovane”.

Il medico legale Simon Nelson ha registrato che la giovane è morta per “cause naturali”.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
anticoncezionaliinghilterra
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni