Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconArte e Viaggi
line break icon

10 bugie sull’amore che ci vendono i film di Hollywood

shutterstock

Catholic Link - pubblicato il 30/05/16

3. Durante la proposta di matrimonio un aereo deve scrivere un messaggio nel cielo

GjLCnDB2SK1PO

Aerei, palloncini, elicotteri, yacht, diamanti da infiniti carati, uno stadio gremito o un coro con 100 cantanti di opera. Non aspettatevi cose alla Hollywood. Non bisogna rimanere delusi da una proposta di matrimonio semplice. Onestamente nessuno si immedesima nel panico che provano gli uomini quando decidono finalmente di fare la domanda da un milione di dollari: il cuore batte all’impazzata, sicuramente avranno recitato il discorso cento volte – che avranno preparato con cura e che avranno chiesto al miglior amico di giudicare… nel momento clue avranno rischiato una crisi respiratoria, per poi farsi coraggio. Questa è forse l’atto più grande che un fidanzato possa realizzare, e pertanto spera che la tua reazione sia all’altezza. Ha il cuore che batte forte, esposto al rischio di sentirsi rispondere “non sono pronta”. Non c’è una formula esatta per una proposta di matrimonio perfetta. Ogni coppia sperimenta l’amore in modo diverso e sono sicura che la proposta sarà perfetta se lei ama con tutto il cuore l’uomo che ha al suo fianco. A questo punto è importante ricordare che bisogna fare attenzione al linguaggio quando si toccano temi quali il matrimonio. Molte volte sottovalutiamo i nostri partner, credendo che non abbiano idea di come fare determinate cose e tendiamo a disprezzare lo sforzo che hanno fatto per conquistarci. E spesso vengono fatti paragoni, errore gravissimo! “Pepita Gonzalez ha ricevuto la proposta di matrimonio con una coreografia della Disney, un diamante grande quanto Giove, e il ragazzo le ha composto una canzone e fatto una serenata”, “questo sì che è un buon fidanzato”. Errore madornale, non bisogna mai fare paragoni. Con commenti semplici come questi rischiamo di spezzare il cuore dei nostri fidanzati, facendoli sentire insicuri di loro stessi. Consiglio ai ragazzi: pregate, pregate e pregate. Prima di prendere una decisione così importante, parlatene con Dio. La Sua volontà non è sempre quella che ci aspettiamo. Affidate perciò il vostro rapporto a Maria Santissima e a San Giuseppe, chiedendo permesso a Dio di sposare la vostra donna. Perché dovete ricordare che il matrimonio è per sempre, non è un simulacro.

4. Non proprio nella salute e nella malattia

Z9NmsKrYhIB20

Molti film ci ricordano quanto grande possa diventare l’amore tra due persone. E in una certa misura è vero, ma purtroppo nella maggior parte dei casi ci rendiamo conto che davanti alle difficoltà o alle malattie l’amore, come per incanto, svanisce. E sorgono le scuse: “Non ho avuto tempo di venirti a trovare in ospedale”, “Ho molte cose da fare”, “La cosa migliore è prenderci del tempo fino a quando tu non ti senta meglio”, o nel peggiore dei casi, “Non riesco a sopportare la tua malattia, tutto questo mi fa molto male, è meglio interrompere tutto in questo momento”. La malattia può essere tollerabile o meno, può esserci un recupero totale o può non esserci. Possiamo subire un incidente e diventare paraplegici, possiamo essere contagiati da un virus del quale non si conosce cura, possiamo perdere l’udito o la vista, ammalarci di cancro o di qualsiasi altra patologia grave. Ora pensate che io stia esagerando. Ma il mio punto non è spaventarvi, bensì ricordarvi che la vita può essere perfetta un giorno e rovinarsi irrimediabilmente il giorno dopo. Prepariamoci ai cambiamenti, e sebbene a nessuno di noi piace pensare che ci possa succedere qualcosa di cattivo, dobbiamo avere la consapevolezza che può accadere a chiunque di noi. Nei film le coppie si sostengono quasi sempre fino alla morte, sarebbe bellissimo se fosse così anche nella vita reale. Molte volte purtroppo i voti matrimoniali si dimenticano nel momento esatto in cui si mette un piede fuori dalla Chiesa. “In salute e in malattia”. Siamo disposti a farlo davvero?

5. L’amore della tua vita di seguirà fino in aeroporto per non farti andare via

rnG8Nikt1nufK

“L’amore della mia vita ha appena preso l’ultimo volo, per favore aiutami, non mi ero mai sentito così dispiaciuto per lei, se la lascio andare non potrei mai perdonare me stesso, devo fermare quell’aereo”. Queste parole sono ripetute tante volte in numerosi film, è un classico: l’uomo arriva con il cuore in gola, non riesce a respirare perché ha corso per non so quanti chilometri (perché la macchina non partiva), poi è riuscito finalmente a prendere un taxi che ha attraversato il traffico della città, ha quasi travolto una donna anziana, hanno schivato una madre in carrozzina e hanno saltato un ponte. Lei sta per consegnare il suo biglietto all’assistente di volo o si sta per allacciare la cintura. Il super eroe salta tutti gli ostacoli della sicurezza e alla fine riesce a fermarla: “Non andare. Per favore non mi lasciare, sono stato uno stupido, non ti merito, dammi un’altra possibilità, siamo felici”. Lei ha accarezzato il viso dell’uomo con entrambe le mani, accettando la sua richiesta con lacrime di coccodrillo, l’ha baciato e tutti hanno applaudito sull’aereo. Questo non accade, santo cielo! Non accade nella vita reale. Prima di tutto, non andiamo a prendere un aereo per l’India ogni volta che litighiamo. L’uomo non si pentirà nel momento in cui state per partire, non gli si romperà la macchina, non attraverserà la città per venire da voi, tanto meno andrà a dire al pilota dell’aereo di fermarsi perché “c’è un pazzo che dice di morire d’amore”. Se uno dei due si dovesse pentire, che non aspetti un minuto di più: lasci perdere l’orgoglio e corra verso casa con un regalo in mano. Non chiedete perdono in aeroporto. Ricordatelo: non in aeroporto.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
amoredivorziofidanzamentofilmhollywoodmatrimonio

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni