Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Esistono 8 tipi d’amore…tu quale sei?

Sam Edwards | Getty Images
Condividi

Uno psicologo ha sviluppato una teoria che aiuta a spiegare i tanti modi in cui sperimentiamo l’amore

Amore coniugale

L’amore coniugale è intimità e impegno senza passione. È il tipo di amore che molte coppie sposate vivono dopo molti anni. Alcune iniziano a sentire di voler riaccendere la passione, mentre altre sono del tutto soddisfatte di questo tipo di amore. Anche alcune coppie non sposate vedono l’amore coniugale come un legame abbastanza forte per sposarsi. Di recente ho parlato con una donna che una volta era fidanzata con un uomo con cui aveva intimità, ma per il quale non provava passione. Non la infastidiva, perché pensava che alla fine la passione sarebbe scemata in ogni caso. Quando però ha capito che sposarlo avrebbe significato non sperimentare mai quella passione con nessuno non è riuscita ad andare avanti. Alla fine ha incontrato e sposato un uomo del quale era molto appassionata, e se il loro rapporto è evoluto col tempo in un tipo di amore più coniugale, afferma che la passione è stata importante per dare la forza iniziale al loro legame matrimoniale. È grata di non essersi privata di quell’esperienza sposando qualcuno per il quale non provava passione.

Amore fatuo

L’amore fatuo – in contrasto con l’amore coniugale – è passione e impegno senza intimità. È il rapporto serio in cui la coppia è sessualmente coinvolta, ma non ha una grande base comune. Visto che l’intimità tende ad essere l’elemento che porta avanti un rapporto nei momenti difficili, le coppie che sperimentano l’amore fatuo possono rafforzare il loro impegno con una maggiore intenzione di sviluppare la loro amicizia, praticare l’empatia e scoprire interessi condivisi.

Amore vuoto

L’amore vuoto descrive un rapporto in cui c’è impegno senza passione o intimità. Nessuno spera di trovarsi in un matrimonio con queste caratteristiche, ma non è infrequente – le persone si allontanano anche quando hanno assunto un impegno. La passione e l’intimità sono entrambe molto fluide, e possono andare e venire. Qualche anno fa mio marito ed io abbiamo attraversato un periodo difficile in cui la passione e l’intimità hanno sofferto molto, ma non abbiamo desistito, e siamo riusciti a riprenderci. Ora la nostra passione e la nostra intimità sono più forti che mai, così come il nostro impegno. Finché c’è impegno, e volontà di crescere, c’è ancora speranza per tutto il resto.

Amore consumato

L’amore consumato è il più grande. È quello che tutti ci auguriamo – la combinazione di intimità, passione e impegno. Sternberg ne parla come dell’“amore ultimo, che consuma tutto”.

Raggiungere questo livello significa permettere al rapporto di evolvere nel tempo, passando spesso attraverso altri tipi d’amore nel percorso. Molte volte entrambi i membri di un rapporto possono sperimentare vari tipi d’amore nella stessa relazione. Forse il momento di definizione per una coppia non è necessariamente quello in cui si pronunciano le due parole magiche, ma quello in cui si arriva a una comprensione reciproca di cosa significhino queste parole nel rapporto. All’inizio di una relazione è improbabile che entrambe le parti siano pronte all’amore consumato, ed è del tutto normale, ma se quello che vogliamo è la versione completa, è importante conoscerci. Dobbiamo prenderci il tempo per capire a che stadio d’amore ci troviamo – e se il livello in cui ci troviamo è davvero quello a cui aspiriamo.


Christina Kleehammer è moglie, madre, ex autrice di notizie televisive e autrice di Catholics on Spotlight.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni