Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 09 Dicembre |
San Juan Diego Cuauhtlatoatzin
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Esistono 8 tipi d’amore…tu quale sei?

Smiling couple hugging on beach

Sam Edwards | Getty Images

Christina Kleehammer - pubblicato il 27/05/16

Uno psicologo ha sviluppato una teoria che aiuta a spiegare i tanti modi in cui sperimentiamo l'amore

Qualche anno fa uscivo con un ragazzo che ci ha messo un po’ per dirmi che mi amava. Mi ha detto che non voleva dirlo fin quando non avesse saputo che lo voleva dire per sempre. Quell’approccio mi andava bene perché sapevo che anch’io non lo avrei detto finché non avessi provato lo stesso. E allora, quando alla fine me lo ha sussurrato all’orecchio in quella calda serata di settembre vicino al fiume, sapevo cosa intendeva, e dopo avergli detto lo stesso ho chiesto: “Questo significa che un giorno sarò la signora Kleehammer?”

Lui ha detto di sì. E 15 anni dopo sono ancora la signora Kleehammer.

Non c’è niente come ascoltare quelle due parole magiche – Ti amo – per far sì che ondate di calore si irradino in tutto il corpo, ma avete mai vissuto un rapporto in cui vi scambiavate quelle parole ma vi ritrovavate a chiedervi se intendevate entrambi la stessa cosa?

Tendiamo a usare il termine “amore” per descrivere i nostri sentimenti positivi nei confronti di chiunque e di qualsiasi cosa – dai genitori agli amici, dagli animali alla nostra ricetta preferita per il dessert. Lo psicologo Robert Sternberg ha sviluppato una teoria che ci può aiutare a iniziare a capire i vari modi in cui sperimentiamo l’amore. La chiama la “Teoria triangolare dell’amore” – triangolare perché l’amore consiste nella combinazione di tre componenti: intimità, passione e impegno.

L’intimità è un senso di vicinanza, amicizia, avere un legame. La passione è l’attrazione sensuale, sessuale, e l’impegno è la decisione e il progetto di rimanere impegnati nel rapporto.

Sperimentiamo diversi tipi d’amore in base alla presenza e all’assenza di ciascuna di queste tre componenti.

Non amore

Il non amore è l’assenza di intimità, passione e impegno. È quello che proviamo per i nuovi conoscenti (almeno quelli di cui non ci innamoriamo a prima vista). La maggior parte delle volte, il non amore non viene nemmeno considerato un vero tipo di amore – per ovvie ragioni –, ma direi che ci può ancora essere amore a questo livello. Dopo tutto, Gesù voleva che ci amassimo tutti, giusto? Non diceva che dobbiamo essere impegnati a livello intimo e passionale con persone che non abbiamo mai incontrato, ma che dovremmo promuovere l’amore sotto forma di buona volontà nei confronti degli altri esseri umani.

Mi piace

Il “mi piace” è l’intimità senza passione o impegno. È il tipo di amore che proviamo per l’amico che ama la bicicletta come noi o per quello che ospita ogni settimana la serata di gioco. È anche il tipo di amore che proviamo per il nostro compagno di college, che è stato più bravo a tenersi in contatto e a promuovere delle rimpatriate di quanto ci saremmo mai aspettati. Grandi conversazioni, compagnia, interessi condivisi – sono cose che portano gradualmente ad amicizie solide. Il fatto di piacere, anche se non è accompagnato da passione o impegno, può promuovere uno stretto legame.

Giocate a carte e mangiate una pizza un numero sufficiente di volte con la stessa persona, confidatevi un po’ di cose e quella persona diventerà inevitabilmente una parte importante della vostra vita. Il piacere è una sorta di base dell’amore nella vostra vita.

Infatuazione

L’infatuazione è la passione senza intimità o impegno. È la cotta a cui non riuscite a smettere di pensare, o la persona con cui siete usciti qualche volta e di cui siete pazzi. È il momento in cui quella persona entra nella stanza e il cuore vi schizza quasi fuori dal petto. Molti direbbero che l’infatuazione dovrebbe essere considerata una forma di desiderio più che d’amore, ma chi la sperimenta si considera spesso “innamorato”. Purtroppo, anche se a volte è divertente, questo stato è spesso effimero – o scompare o progredisce in una forma più sostanziale d’amore. E per fortuna, perché chi potrebbe sostenere quella pura follia che fa saltare il cuore per più di qualche mese? Non si riuscirebbe mai a far nulla, perché la gente infatuata non riesce a concentrarsi su niente che non sia l’oggetto della sua attrazione. I piatti non vengono lavati, l’olio alla macchina non viene cambiato, il profilo di LinkedIn non viene aggiornato. Ma finché dura è molto dolce, vero?

Amore romantico

L’amore romantico è intimità e passione senza impegno, descrivendo uno stato che la maggior parte dei rapporti più seri attraversa prima del coinvolgimento di qualsiasi progetto reale per il futuro. È il momento dell’“innamoramento” – ma ancora allo stadio in cui esitate a menzionare il matrimonio di vostra sorella tra qualche mese per paura che l’altro pensi che lo volete invitare. Molti sono felici di viverlo per un po’, e si godono semplicemente il viaggio insieme, ma altri si trovano nella classica situazione del “chiedersi dove sta andando il rapporto”. Quando succede questo, l’intimità porta a conversazioni sentite che chiariscono i sentimenti reciproci. Si spera che entrambi vadano nella stessa direzione.

Amore coniugale

L’amore coniugale è intimità e impegno senza passione. È il tipo di amore che molte coppie sposate vivono dopo molti anni. Alcune iniziano a sentire di voler riaccendere la passione, mentre altre sono del tutto soddisfatte di questo tipo di amore. Anche alcune coppie non sposate vedono l’amore coniugale come un legame abbastanza forte per sposarsi. Di recente ho parlato con una donna che una volta era fidanzata con un uomo con cui aveva intimità, ma per il quale non provava passione. Non la infastidiva, perché pensava che alla fine la passione sarebbe scemata in ogni caso. Quando però ha capito che sposarlo avrebbe significato non sperimentare mai quella passione con nessuno non è riuscita ad andare avanti. Alla fine ha incontrato e sposato un uomo del quale era molto appassionata, e se il loro rapporto è evoluto col tempo in un tipo di amore più coniugale, afferma che la passione è stata importante per dare la forza iniziale al loro legame matrimoniale. È grata di non essersi privata di quell’esperienza sposando qualcuno per il quale non provava passione.

Amore fatuo

L’amore fatuo – in contrasto con l’amore coniugale – è passione e impegno senza intimità. È il rapporto serio in cui la coppia è sessualmente coinvolta, ma non ha una grande base comune. Visto che l’intimità tende ad essere l’elemento che porta avanti un rapporto nei momenti difficili, le coppie che sperimentano l’amore fatuo possono rafforzare il loro impegno con una maggiore intenzione di sviluppare la loro amicizia, praticare l’empatia e scoprire interessi condivisi.

Amore vuoto

L’amore vuoto descrive un rapporto in cui c’è impegno senza passione o intimità. Nessuno spera di trovarsi in un matrimonio con queste caratteristiche, ma non è infrequente – le persone si allontanano anche quando hanno assunto un impegno. La passione e l’intimità sono entrambe molto fluide, e possono andare e venire. Qualche anno fa mio marito ed io abbiamo attraversato un periodo difficile in cui la passione e l’intimità hanno sofferto molto, ma non abbiamo desistito, e siamo riusciti a riprenderci. Ora la nostra passione e la nostra intimità sono più forti che mai, così come il nostro impegno. Finché c’è impegno, e volontà di crescere, c’è ancora speranza per tutto il resto.

Amore consumato

L’amore consumato è il più grande. È quello che tutti ci auguriamo – la combinazione di intimità, passione e impegno. Sternberg ne parla come dell’“amore ultimo, che consuma tutto”.

Raggiungere questo livello significa permettere al rapporto di evolvere nel tempo, passando spesso attraverso altri tipi d’amore nel percorso. Molte volte entrambi i membri di un rapporto possono sperimentare vari tipi d’amore nella stessa relazione. Forse il momento di definizione per una coppia non è necessariamente quello in cui si pronunciano le due parole magiche, ma quello in cui si arriva a una comprensione reciproca di cosa significhino queste parole nel rapporto. All’inizio di una relazione è improbabile che entrambe le parti siano pronte all’amore consumato, ed è del tutto normale, ma se quello che vogliamo è la versione completa, è importante conoscerci. Dobbiamo prenderci il tempo per capire a che stadio d’amore ci troviamo – e se il livello in cui ci troviamo è davvero quello a cui aspiriamo.


Christina Kleehammerè moglie, madre, ex autrice di notizie televisive e autrice di Catholics on Spotlight.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
amorecoppiainnamoramentointimitàmatrimoniopassione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni