Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 09 Maggio |
Santa Louise de Marillac
home iconStorie
line break icon

Basta soffrire in silenzio

Jeffrey Bruno

Rosemary Battle - pubblicato il 27/05/16

Ho deciso di essere onesta su quello che provavo nel discernimento della mia vocazione

In un ritiro del novembre scorso, in una piccola sessione di gruppo, la guida ha chiesto che condividessimo com’è il nostro rapporto con Dio. Quando è arrivato il mio turno di parlare, per la prima volta in quel semestre ho deciso di essere onesta su ciò che provavo: “Penso di avere il problema opposto alla maggior parte di voi. Non sento Dio distante. Mi sembra che non mi lasci mai sola”.

Sono arrivata al college per studiare Scienze dell’Educazione e nutro davvero una passione per questo argomento. Può essere tuttavia impossibile concentrarsi su una passione quando qualcuno bussa incessantemente alla tua porta. E se quel qualcuno poi è Dio…

Può forse sembrare egoista, ma voglio davvero aprire la porta. Penso alla vita religiosa da quando ero in terza elementare, e ormai sono grande abbastanza perché la maggior parte degli ordini mi permetta di andare a visitarli, ma devo essere pratica. Finché Dio non mi mostrerà la strada verso un certo ordine, devo concentrarmi sul qui e ora; devo istruirmi. So che questo non sta mettendo altri obiettivi davanti a Dio; il mio sacerdote, i miei amici, fratelli, direttore spirituale e ogni religiosa con cui ho parlato negli ultimi due anni mi hanno detto la stessa cosa. Devo concentrarmi sugli studi.

Sapere questo, e sapere che è la volontà di Dio su di me, non rende tuttavia la chiamata più tranquilla, né mi fa mettere l’anima in pace. È un paradosso: lo sento bussare alla mia porta, corteggiarmi se volete, e tuttavia allo stesso tempo insistere sul fatto che aspetti prima di dedicargli la mia vita.

Suppongo che sia quello che a volte affrontano anche le coppie – gli aspetti pratici della vita che sembrano fastidiosi quando la promessa di comunione è ormai all’orizzonte.

  • 1
  • 2
Tags:
consacrazionediscernimentofedeordini religiosisuoravocazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni