Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Ecco cosa succede davvero quando picchi i tuoi figli

Condividi

Una ricerca rivela dati allarmanti sull’effetto delle botte sui bambini

Gli adulti in genere sono fuori controllo quando picchiano i figli. Picchiarli può porre fine a un comportamento negativo sul momento, ma a lungo andare pregiudicherà il rapporto con i figli.

Un articolo pubblicato di recente sul The Journal of Family Psychology mostra quando le “botte” possano essere dannose per la salute psicologica dei figli. Il documento ha riassunto uno studio di 50 anni che ha coinvolto più di 160.000 bambini.

L’analisi è stata condotta da Elizabeth Gershoff, docente di Sviluppo Umano presso l’Università del Texas, e Andrew Grogan Kaylor, docente di Servizi Sociali presso l’Università del Michigan.

I risultati hanno mostrato chiaramente che le botte portano a risultati negativi per i bambini nel corso del tempo. Secondo gli autori, “picchiarli può far ottenere l’effetto contrario a quello desiderato dai genitori”. A loro avviso, la pratica di usare spesso le botte può far sì che il bambino:

  • Diventi più aggressivo
  • Sviluppi un comportamento antisociale
  • Abbia difficoltà a esprimersi
  • Affronti maggiori rischi di sviluppare malattie mentali
  • Abbia una bassa autostima.
  • Sviluppi un rapporto negativo con i genitori

I genitori dicono spesso che le botte sono l’unico modo per insegnare ai figli la differenza tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ma i risultati mostrano chiaramente il contrario: l’educazione attraverso la violenza è intimamente associata a uno sviluppo deformato della morale e all’aumento dell’interiorizzazione.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni