Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 23 Aprile |
San Giorgio
home iconStile di vita
line break icon

Ecco cosa succede davvero quando picchi i tuoi figli

Monkey Business Images

Psiconlinews - pubblicato il 26/05/16

Una ricerca rivela dati allarmanti sull'effetto delle botte sui bambini

Gli adulti in genere sono fuori controllo quando picchiano i figli. Picchiarli può porre fine a un comportamento negativo sul momento, ma a lungo andare pregiudicherà il rapporto con i figli.

Un articolo pubblicato di recente sul The Journal of Family Psychology mostra quando le “botte” possano essere dannose per la salute psicologica dei figli. Il documento ha riassunto uno studio di 50 anni che ha coinvolto più di 160.000 bambini.

L’analisi è stata condotta da Elizabeth Gershoff, docente di Sviluppo Umano presso l’Università del Texas, e Andrew Grogan Kaylor, docente di Servizi Sociali presso l’Università del Michigan.

I risultati hanno mostrato chiaramente che le botte portano a risultati negativi per i bambini nel corso del tempo. Secondo gli autori, “picchiarli può far ottenere l’effetto contrario a quello desiderato dai genitori”. A loro avviso, la pratica di usare spesso le botte può far sì che il bambino:

  • Diventi più aggressivo
  • Sviluppi un comportamento antisociale
  • Abbia difficoltà a esprimersi
  • Affronti maggiori rischi di sviluppare malattie mentali
  • Abbia una bassa autostima.
  • Sviluppi un rapporto negativo con i genitori

I genitori dicono spesso che le botte sono l’unico modo per insegnare ai figli la differenza tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ma i risultati mostrano chiaramente il contrario: l’educazione attraverso la violenza è intimamente associata a uno sviluppo deformato della morale e all’aumento dell’interiorizzazione.

  • 1
  • 2
Tags:
educazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa sui cristiani “malati” di protagonismo: non d...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
5
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
6
PRIEST,ROMAN,COLLAR
Ary Waldir Ramos Díaz
Aveva un contratto con la Roma, ma ha preferito firmare con Dio
7
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni