Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Riccardi e al-Tayyeb: un’integrazione positiva per superare la cultura della paura

Condividi

Si è svolta oggi a Parigi, nella Salle des Arcades dell’Hotel de Ville, la conferenza “Oriente-Occidente. Dialoghi di Civiltà”, promossa dalla Comunità di Sant’Egidio, dall’Università di Al-Azhar (Il Cairo) e dal Muslim Council of Elders. Alla presenza del sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, e accompagnati da interventi di autorevoli rappresentanti religiosi e delle istituzioni internazionali, il fondatore della Comunità di Sant’Egidio, Andrea Riccardi e il Grande Imam di Al-Azhar, Ahmad al-Tayyeb, hanno pronunciato due interventi che segnano un passo avanti importante fra le due culture nel nome di un’integrazione, che si vuole “positiva”, a salvaguardia della pace, del contrasto al terrore e ad ogni forma di violenza nel nome della fede. 

Alla fine della conferenza Andrea Riccardi e Ahmad al-Tayyeb, insieme ad un rappresentante del Comune di Parigi, si sono recati davanti al teatro Bataclan per rendere omaggio alle vittime dell’attentato del 13 novembre scorso. Il Grande Imam ha deposto, insieme ad una corona di fiori, una preghiera che contiene queste parole: 

“Sono qui per dichiarare davanti a tutti voi, in nome dell’Islam, che il sangue di tutti gli esseri umani dovrebbe essere preservato da olocausti e sacrifici. Il rapporto tra gli esseri umani, che Dio ha ordinato di avere, sono basati sulla pace, sulla fratellanza e sulla cooperazione. Il terrorismo non ha né patria, né religione, né fede. Io e tutti i musulmani abbiamo sofferto nel vedere lo spargimento di gocce di sangue qui, come altrove, a causa di quello che è un virus malefico. Di conseguenza dobbiamo tutti, Est e Ovest, Oriente e Occidente, essere solidali per combatterlo. Ho sofferto per le vittime, per i loro familiari, per i loro amici. Ma è grande oggi la speranza che il popolo francese, libero, pacifico e aperto alla vita, riesca a superare questo dramma. Che Dio protegga tutti da ogni male”.  

Visita il sito www.santegidio.org  

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.