Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 13 Maggio |
Santa Giuliana da Norwich
home iconStile di vita
line break icon

Non tutte le conversazioni impure sono peccato

Pexels.com

Aleteia - pubblicato il 20/05/16

Se c’è un giusto motivo per parlare di cose delicate e che generano il pericolo di turbare la purezza del prossimo, allora si adottino attenzione e sobrietà al massimo grado, evitando ogni intenzione malvagia e cercando di non scandalizzare le persone con cui si parla.

Quanto ad ascoltare conversazioni disoneste o indecenti, si noti una cosa: non è peccato ascoltarle involontariamente, ma quando si ride e si mostra di gradirle non solo si esorta chi parla a continuare a farlo, ma si dà anche occasione di scandalo, e allora c’è il pericolo del peccato mortale.

Non ci sarà peccato se, quando la conversazione devia su aspetti poco nobili, ci si ritira o, non potendolo fare, si cerca di cambiare argomento. Ci sono tuttavia occasioni in cui non si può fare nulla di tutto ciò. Diventa allora necessario non acconsentire, e perché non ci sia scandalo ci si deve mostrare scontenti e disapprovare apertamente queste conversazioni, ad esempio abbassando gli occhi e diventando seri.

I genitori e i superiori, in particolare, hanno il dovere morale di porre fine in modo energico a tutte le conversazioni impure o indecenti tra le persone a loro subordinate.

_____

Dal testo di fr. Frutuoso Hockenmaier, O.F.M, in O Cristão no Tribunal da Penitência

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
peccatoscandalo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni