Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 04 Ottobre |
San Francesco d'Assisi
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Non tutte le conversazioni impure sono peccato

conversas

Pexels.com

Aleteia - pubblicato il 20/05/16

Bisogna avere però chiara consapevolezza dei rischi che implicano

Si racconta di una cameriera che aveva l’abitudine di inserire sempre nelle sue conversazioni parole leggere e frasi sconvenienti, nonostante gli ammonimenti continui di una compagna che non smetteva di dirle: “Al momento della morte rimpiangerai amaramente questa brutta abitudine, ma forse non servirà”.

Un pomeriggio le due andarono a far visita alla cameriera di un vicino, gravemente malata. Dopo averle supplicate di pregare perché Dio le concedesse una buona morte, la donna aggiunse: “C’è soprattutto una cosa che mi affligge: aver inserito nelle mie conversazioni parole e frasi oscene. Il mio confessore me lo diceva: quanti cattivi pensieri e forse quante azioni malvagie commesse dal prossimo ti verranno imputate al momento della morte! Ora vedo che aveva ragione! Vi chiedo di dimenticare le mie brutte parole. Non seguite il mio esempio e dite lo stesso alle mie compagne. Ogni volta che entrerete al cimitero e getterete acqua benedetta sulla mia tomba, pensate di sentirmi dire, da sotto terra, ‘Guardatevi dalle conversazioni disoneste, che pesano terribilmente sul cuore sul letto di morte!’”

Tutte le persone presenti rimasero profondamente colpite, soprattutto la cameriera che aveva la stessa abitudine, che disse alla compagna: “Mi sembrava di camminare sui carboni ardenti. Prometto a Dio che non sporcherò mai più le mie labbra con parole disoneste”.

Quanto è vera la parola del Signore: “Guai a chi dà scandalo!”

  • 1
  • 2
Tags:
peccatoscandalo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni