Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Non tutte le conversazioni impure sono peccato

Pexels.com
Condividi

Bisogna avere però chiara consapevolezza dei rischi che implicano

Si racconta di una cameriera che aveva l’abitudine di inserire sempre nelle sue conversazioni parole leggere e frasi sconvenienti, nonostante gli ammonimenti continui di una compagna che non smetteva di dirle: “Al momento della morte rimpiangerai amaramente questa brutta abitudine, ma forse non servirà”.

Un pomeriggio le due andarono a far visita alla cameriera di un vicino, gravemente malata. Dopo averle supplicate di pregare perché Dio le concedesse una buona morte, la donna aggiunse: “C’è soprattutto una cosa che mi affligge: aver inserito nelle mie conversazioni parole e frasi oscene. Il mio confessore me lo diceva: quanti cattivi pensieri e forse quante azioni malvagie commesse dal prossimo ti verranno imputate al momento della morte! Ora vedo che aveva ragione! Vi chiedo di dimenticare le mie brutte parole. Non seguite il mio esempio e dite lo stesso alle mie compagne. Ogni volta che entrerete al cimitero e getterete acqua benedetta sulla mia tomba, pensate di sentirmi dire, da sotto terra, ‘Guardatevi dalle conversazioni disoneste, che pesano terribilmente sul cuore sul letto di morte!’”

Tutte le persone presenti rimasero profondamente colpite, soprattutto la cameriera che aveva la stessa abitudine, che disse alla compagna: “Mi sembrava di camminare sui carboni ardenti. Prometto a Dio che non sporcherò mai più le mie labbra con parole disoneste”.

Quanto è vera la parola del Signore: “Guai a chi dà scandalo!”

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.