Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Al centro sportivo dei Cavalieri di Colombo a Roma un evento Special Olympics

Condividi

I Cavalieri di Colombo ospiteranno questo fine settimana un evento Special Olympics unico presso il campo Pio XII di Roma a cui parteciperanno otto squadre composte di giocatori con e senza disabilità cognitive. 

L’evento, che fa parte della manifestazione Special Olympics European Football Week, ha l’obiettivo di «abbattere le barriere» e offrire alle comunità un esempio di inclusione delle persone con disabilità cognitive. 

La cerimonia di apertura del torneo Special Olympics Unified Football Tournament si terrà alle 18:30 di venerdì 20 maggio, presso il campo Pio XII dei Cavalieri di Colombo situato in Via Santa Maria Mediatrice, 22. Le partite avranno luogo tra le 10:00 e le 18:00 di sabato 21 maggio. Il torneo riprenderà domenica 22 maggio alle 9:30, e al termine si terrà la cerimonia di chiusura con inizio intorno alle 11:30.  

Il torneo, co-sponsorizzato dai Cavalieri e la Federazione italiana giuoco calcio, includerà quattro squadre italiane e quattro squadre provenienti da Francia, Lituania, Polonia e Ungheria. L’età dei giocatori è compresa tra i 18 e i 30 anni.  

«I Cavalieri di Colombo sostengono gli eventi Special Olympics fin dai primi giochi svoltisi circa mezzo secolo fa. Sia negli Stati Uniti sia all’estero, abbiamo sempre sostenuto strenuamente questi giochi e il loro chiaro messaggio di dignità umana», ha affermato il Cavaliere Supremo Carl Anderson. «È particolarmente appropriato che i giochi Special Olympics di quest’anno si tengano presso il nostro centro di Roma, dato che questi campi sono al servizio dei cittadini di Roma e dei loro figli da quasi un secolo». 

«Il sostegno generoso dei Cavalieri di Colombo agli atleti Special Olympics non si concretizza solo negli USA» ha affermato Tim Shriver, presidente di Special Olympics International, che ha citato i Cavalieri per il loro lavoro in «Italia, Europa e il resto del mondo». 

I Cavalieri di Colombo sono partner di Special Olympics fin dai primi giochi tenuti nel 1968 e il loro sostegno si è esteso a livello locale, nazionale e internazionale. I Cavalieri hanno donato 1,4 milioni di dollari ai giochi Special Olympics World Games di Los Angeles dell’anno scorso e 1 milione per sostenere i World Games d’Irlanda del 2003.  

I Cavalieri di Colombo gestiscono campi sportivi a Roma da quasi un secolo, a seguito di una richiesta di Papa Benedetto XV. La struttura utilizzata per i giochi Special Olympics di questa settimana è stata aperta negli anni ’20.  

Presso una delle strutture di Cavalieri di Colombo, situata nei pressi della Basilica di San Pietro, il Vaticano svolgeva le operazioni di aiuti umanitari per la cittadinanza di Roma durante la Seconda Guerra Mondiale. Al termine della guerra, la struttura è stata utilizzata dagli alleati per la distribuzione di generi alimentari ai bambini di Roma. Quindi, negli anni ’60, i Cavalieri hanno donato il terreno al Vaticano per la costruzione della Sala udienze Paolo VI.  

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni