Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Beato Giacomo Alberione
home iconNews
line break icon

Quando la demenza rivela un amore coltivato a lungo

Pixabay.com/Public Domain/ © Unsplash

SIMCHA FISHER - pubblicato il 13/05/16

“Sembra che mia madre abbia dimenticato quasi tutto ma non come amare”, dice in questo post mia sorella Rosie. “Non so chi sei, ma sei il benvenuto”. Dice Rosie:

C’è stato un grande andirivieni in casa nostra di recente, e mia madre, che ha l’Alzheimer, è spiazzata. Ieri è entrata in soggiorno, ha visto mio marito che suonava il piano e ha detto: “Oh, resti qui anche la notte? Non so chi tu sia, ma sei il benvenuto”.

Riuscite a immaginare di essere così generosi? Ho sentito che quando l’Alzheimer ti toglie tutto il resto, resta solo la vera personalità. Mia nonna, ad esempio, verso la fine della sua vita diceva solo una parola, ma quella parola era “tesoro”. Il medico era colpito. “Ho sentito parole molto peggiori dai malati di Alzheimer”, diceva*. “Tua nonna dev’essere stata una persona molto affettuosa”.

Mia nonna era sicuramente una donna af ettuosa. Quando riusciva ancora a mettere insieme due parole, una volta ha visto una persona che sbucciava una banana e ha detto: “Oh, poverina”. Mi seguiva con un sorriso ansioso, cercando di risistemare con le mani tremanti il ginocchio strappato dei miei jeans.

Mia nonna era una persona estremamente socievole che decenni fa era nota per i cocktail che organizzava. Tutti l’amavano. Lavorava come infermiera nelle zone più disagiate di Brooklyn – una vocazione ideale per chi voleva vedere delle persone e farle stare meglio. Riesco a immaginarmela mentre sale le scale, bussa con vigore e fa quello che va fatto. Intratteneva, presentava, cercava di fare amicizia ovunque.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
alzheimermalattiamammamemoria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni